Class Action per AIUTARE Papa Francesco contro gli abusi sessuali

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

L´ennesima  contrizione del Papa relativamente agli stupri dei sacerdoti verso dei ragazzi e dei bambini.

La ennesima mondezza in termini di collusione e camurria della burocrazia interna fino a quando lo scandalo non e´esploso e non che un attimo prima qualcuno parlasse.

Le ennesime belle e contrite parole e preghiere che non servono a nulla fino al prossimo scandalo che tutti sanno esplodera´ come pure tutti sanno che sara´ coperto dalla sopra menzionata mondezza fino alla sua esplosione.

Ma prima di andare avanti e´ bene aprire tre brevi parentesi per capire il contesto storico, politico e culturale in cui ci muoviamo.

Parentesi 1: la struttura giuridica del ruolo del Papa

Lo stato del Vaticano e´ uno stato riconosciuto dalla comunita´ internazionale, uno State Actor, ed al pari degli altri alla fine del secondo decennio del ventunesimo secolo e´ figlio di una delle evoluzioni della Pace di Westfalia che nel 1648 pose fine alla Guerra dei 30 Anni e defini´ i due principi cardine dello stato moderno.

Ovvero la intangibilita´ delle proprie frontiere a la non ingerenza negli affari interni di uno stato che sono i pilastri della sovranita´.

Per il diritto internazionale  e´ definito come una monarchia elettiva assoluta.

Il Papa ne  e´ il capo di stato e per la giurisprudenza e la teologia, come non si stancano mai di ricordarci i Gesuiti, gode della infallibilita´ ab divinis, ovvero per chi ci crede del parlare in nome del Dio dei Cristiani di rito Cattolico Romano, solo quando parla ex-cathedra. Ovvero nelle encicliche.

Per il resto, ovvero quando parla in una omelia o durante un viaggio aereo, si esprime o come Vescovo di Roma o come uno dei tanti Capi di Stato e non per conto di un Dio creduto da una parte della Umanita´ e non certamente unico per questo motivo.

Ma il Papa e´ anche ben altro ed oltre.

Ovvero?

Il Papa comanda una istituzione, la Chiesa Cattolica,  che e´ uno dei Poteri Non Statuali e come tale e´definito come Holistic Movement.

Clickando qui trovate una lista esaustiva delle 33 tipologie di Poteri Non Statuali noti come Not State Actors.

Tutte le religioni del mondo sono degli Holistic Movement e lo sono anche delle strutture come la massoneria piuttosto che altre societa´ segrete come, ad esempio, quelle secolari Cinesi.

Inoltre il Papa e´ a sua volta un Potere Non Statuale nella forma di Powerful Private Person, (P3).

Ovvero Persone che per il ruolo che hanno avuto od hanno possiedono una influenza trasversale globale.

Esempi di P3 sono Bono quando era  l´ambasciatore del movimento che voleva l´azzeramento del debito dei paesi poveri o lo sono Henry Kissinger, Bill Clinton, George Soros, Nelson Mandela, Desmond Tutu, il Dalai Lama, Jacques Attali, Serge Latouche solo per fare degli esempi e P3 Italiani a livello mondiale od Europeo non ne esistono se si eccettua, forse, Mario Draghi se a fine mandato crea una fondazione o diviene docente universitario piuttosto che conferenziere e consulente.

A questo si aggiunga anche che la chiesa Cattolica detiene una condizione che e´ unica al mondo e che condivideva solo con il Buddhismo fino a quando la Cina non ha invaso il Tibet.

Quale?

E´ il solo stato teocratico al mondo nel senso che  e´ uno stato riconosciuto con un suo territorio fisico guidato da religiosi.

La Repubblica Iraniana per quanto sia co-dominata da una classe dirigente di religiosi ma non e´ uno stato teocratico.

Questo consente alla religione Cattolica il non trascurabile beneficio di avere un proprio stato santuario che le garantasce una indipendenza politica che altri non hanno.

E quindi e´la sola religione al mondo che gode della copertura legale internazionale di uno stato sovrano in cui rifugiarsi e da cui, al sicuro,  decidere cosa fare in ogni nazionale del mondo come pure dei concreti benefici derivati dal fatto che la varie nunziature apostoliche nel mondo sono di fatto delle ambasciate ed i nunzi apostolici sono protetti dalla immunita´diplomatica.

Da Enrico VIII  con la corona Britannica che controlla la chiesa Anglicana alla sorte del Dalai Lama il senso di questo stato e´ chiarissimo.

Non dimentichiamoci poi che il Vaticano possiede quella che  de facto e´ la sua banca di stato, lo IOR, che non e´ definita come banca e quindi non e´ sottoposta ai controlli ed alle norme stringenti delle altre banche come gli accordi di Basilea.

Infine il Vaticano, al pari della Repubblica di San Marino, emette l´euro avendo l´Italia come garante delle emissioni e solo questo gli consente di farlo.

Parentesi 2: il non potersi sposare.

Il divieto di matrimonio non e´ prescritto nella Bibbia come dimostrano sia il fatto che in essa si trovano esempi di sacerdoti e vescovi delle prime comunita´ che erano sposati come pure che le altre famiglie religiose Cristiane consentono ai loro sacerdoti di sposarsi.

Il divieto di matrimonio e´ stata una occulata scelta politica coerente al fatto che da sempre la chiesa Cattolica e´stata un potere politico temporale e, quindi, una scelta funzionale a questo status.

In che senso?

Il tutto si sintetizza in una domanda: cosa fa di professione il figlio di un Papa?

Fonda una dinastia di Papi e crea uno scisma.

In merito non dimentichiamoci che per secoli nel Medioevo come pure nel Rinascimento abbiamo visto la co-esistenza di piu´Papi ed il tutto si e´ poi sempre risolto grazie al ferro delle spade, il piombo della armi da fuoco  ed all´oro dei forzieri piuttosto che con le preghiere e la meditazione.

Od il figlio di un potente cardinale proveniente da una potente famiglia?

E se poi i figli d cardinali o di Papi al pari di quanto accade spesso con i figli di Premier e Presidenti si trovano impegolati in vari scandali?

Ad esempio da un coca party con escort minorenni alla vendita di armi illegale e via dicendo.

Quindi ed in buona sostanza e´ una tradizione basata su concreti bisogni di stabilita´politica interna alla struttura che puo´essere cambiata in ogni momento e non un dogma di fede enunciato nella Bibbia da Gesu´.

Un atto politico dalle origini e non un ordine di Dio e la differenza e´chiara a tutti.

Lasciando queste indispensabili premesse sullo sfondo torniamo al problema degli abusi sessuali costantemente coperti fino a che lo scandalo non esplode grazie a delle denuncie esterne.

Al di al´di ogni ipocrisia sappiamo tutti che dopo le belle e contrite parole e preghiere arrivera´un altro scandalo con centinaia di persone devastate.

E quindi in una fase per quanto dura possa essere: le belle e contrite parole e preghiere non servono a nulla.

Non servono a nulla perche´ il marcio continua.

Non servono a nulla perche´ gli scandali esplodono da denuncie esterne e non dalla struttura burocratica della chiesa.

E´ una storia che va avanti da decenni coinvolgendo 3 Papi nel senso che e´ questa mondezza e´iniziata ad emergere con Giovanni Paolo II per poi continuare con Benedetto e con Francesco.

Ma certamente si origina in periodi precedenti come dimostrano tanti eventi ben prima dell´ascesa al Papato di Giovanni Paolo II.

Quindi?

Il marcio e´ ben radicato nella struttura e lo e´ su base mondiale.

E le parole e le preghiere dato che non costano nulla non ottengono nessun reale risultato visto che non solo gli scandali sono costantemente ricorrenti ma anche che esplodono sempre e solo per denuncie esterne alla struttura.

Pertanto?

Il solo modo, per quanto possa sembrare duro, che ha Papa Francesco per sperare di cambiare veramente e´ che la chiesa Cattolica si trovi a dover rispondere a delle class action di risarcimento.

Class action del tipo che prendiamo da alcuni dei tanti esempi dalla realta´ Statunitense:

  • Per i danni del tabacco le multinazionali del settore hanno pagato multe da decine e decine di miliardi di dollari
  • La piu´grande societa´di consulenza al mondo e´ fallita per pagare una multa ed un risarcimento alle persone danneggiate per aver coperto un falso in bilancio
  • Le societa´ di rating hanno avuto una multa di miliardi di dollari per comportamento turbativo dei mercati dopo il 2008
  • Una nota multinazionale ha attivato un ricorso legale per una multa di 282 milioni di dollari per una malattia tumorale ad un giardiniere

Se le Vittime in tutto il mondo si unissero in varie class action chiedendo, per esempio, almeno una decina di miliardi di dollari di risarcimento allora Papa Francesco si troverebbe con l´avere dalla sua la forza per fare pressione sulle burocrazie interne.

In che senso?

Oh beh, e´ molto semplice dato che potrebbe scrivere una bella lettera interna dicendo:

Cari Fratelli e Sorelle,

 o facciamo veramente piazza pulita o dobbiamo scrostare le pareti delle chiese per prendere l´oro zecchino e fonderlo per farci dei lingotti come pure svendere all´asta i tesori d´arte per pagare i risarcimenti danni e poi … “

Il resto, ovvero la reazione della burocrazia che collude con questa mondezza la immaginiamo.

Per sovpravvivere la camurria finisce, no?