Grazie Ministro degli Interni

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Grazie Senatore Salvini per aver mantenuto fede al suo impegno di ridurre le risorse per Industria Etica Italia come pure per aver modificato la modalità di erogazione sulle rimanenti.

Il combinato disposto delle precedenti modalità di erogazione e di un uso quasi totalmente inefficace di tali risorse, (sui 5 miliardi ogni anno), hanno generato quella che si definisce la immigrazione percepita.

Ovvero e nel pratico la percezione che questa immigrazione sia enormemente più ampia e quindi impattante negativamente nel senso di alterare, se non di distruggere, il tessuto sociale dove si manifesta.

Dal degrado delle periferie all’ aumento della micro-criminalità all’ abbassamento delle condizioni di lavoro degli Italiani, (salario, sicurezza e tutele pensionistiche), a causa del caporalato che trova in queste Persone la manovalanza per far fare i soldi ad altri Italiani senza scrupoli.

Questa percezione di immigrazione percepita è negativa e ad essa non corrisponde alla reale dimensione della immigrazione, ovvero quella reale.

Se è vero che esiste la manovalanza da lavoro nero è anche vero che la immigrazione legale genera almeno l’ 8 percento del Pil nazionale.

Ovvero tasse, contributi per il welfare e le pensioni e lavoro anche per gli Italiani.

Se è vero che la percentuale di immigrati nelle prigioni è alta è anche vero che sono la manovalanza del crimine organizzato Italiano che tollera sul proprio territorio altre mafie e lo fa per sua convenienza.

Se è vero che esistono gli stupri da parte di alcune di queste persone è altrettanto vero che da circa un decennio il femminicidio in Italia è attuato nella stragrande maggioranza dei casi da maschi Italiani.

E via dicendo in un insieme di luci ed ombre che, appunto, si sintetizzano in due dimensioni:  la immigrazione reale, (coi suoi momenti di luce e di ombre contro ovviamente), e la immigrazione percepita, (che è vista solo come un problema).

Grazie Ministro Salvini per questi atti normativi che iniziano finamente a colpire gli interessi concreti di troppi Italiani intorno alla immigrazione in una Industria Etica Italia di settore che in troppi casi ci ha fatto un business che rende più della cocaina.

Grazie per questo mentre altri per motivi di consenso elettorale prendendo voti dal milione di Italiani salariati in Industria Etica non vedevano con molta interessata quanto stucchevole ipocrisia.

E così facendo anno dopo anno hanno da un lato incassato voti dei salariati di Economia Etica Italia che da questi soldi traevano i loro stipendi  e dall’ altro lato ed in contemporanea hanno  generato la percezione di immigrazione che, a sua volta, ha portato tanti voti anche al suo partito.

Ora lei inizia ad invertire il trend.

Risparmieremo dei soldi che ci servono ed è un bene.

Controlleremo meglio quelli erogati dal momento della erogazione con nuove regole a quello del loro utilizzo ed è un bene anche questo.

E rendendo tutto più efficace nel tempo diminuisce anche la negatività della immigrazione percepita in questo modo e pure questo è un bene per tutti.

Grazie!

Ed ora visto che il suo partito è il solo in Italia che da  anni ha chiaro che il cosidetto voto cattolico esiste molto ma molto meno di quanto in troppi dicano che sia.

Alla luce di questa sua comprensione della reale capacità della Chiesa Italiana di indirizzare i voti quando è in gioco l’ interesse concreto degli Italiani come si vede fin dai tempi dei referendum sull’ aborto e sul divorzio.

Beh, e per farla breve in una frase: quando il Governo va ad incassare un credito di imposta di alcuni miliardi per le tasse sugli immobili?

Miliardi che ci servono e che è bene prendere da questa fonte piuttosto che facendo aumentare il deficit, no?