Hot Spot Quotidiano 26: Riparte il riarmo nucleare nel ventunesimo secolo (2/2)

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

3- Il nucleare militare nel ventunesimo secolo.

Stamani nella prima parte di questa analisi abbiamo visto:

  • I 6 eventi che dal 2015 ad oggi spiegano l´abbandono di Washington del trattato firmato nel 1987 dandoci la conoscenza del contesto presente
  • e poi la storia delle armi nucleari e del pensiero strategico ad esse collegato dalla Seconda alla Quarta Guerra Mondiale dandoci la conoscenza del contesto passato

Questa indispensabile conoscenza del passato e del presente ottenibile con 15 minuti di ascolto dell´articolo letto in automatico clickando qui ci consente di parlare del futuro.

Ma prima di farlo e´ fondamentale evitare alcuni errori di fondo tipici delle analisi da talk show come pure di quelle elettorali.

Siamo in un mondo in cui i Sovranisti di Viesegrad votano contro l´Italia ed incassano i contributi della Unione Europea in cui ci sono anche i soldi Italiani.

Ovvero quando si tratta del loro portafoglio sono Globalisti mentre quando si tratta di quello degli altri, ad esempio non prendendo un immigrato dalla alleata Italia, sono Sovranisti.

Ma siamo anche in un mondo in cui i Globalisti sono Sovranisti a loro volta con il loro portafoglio come dimostrano i Cinesi.

Un mondo complesso quindi ed iniziamo eliminando un paio di importanti fraintendimenti.

Fraintendimento 1: le atomiche non si leggono in termini ideologici o religiosi

Non viviamo quindi in un mondo da talkshow e bufale per la campagna elettorale cosi´superficialmente descritto.

Le bombe atomiche religiose: Pakistan con la bomba Islamico Sunnita, India con la bomba Indu´, Russia con la bomba Cristiano Ortodossa di Rito Moscovita, Israele con la bomba Giudaica, il Regno Unito con la bomba Cristiano Protestante di rito Anglicano.

Le bombe atomiche ideologiche: gli Usa con la bomba atomica liberista post-industrialista a base finanziaria,  la Russia con la bomba atomica del crony capitalism, (ovvero solo tra una elite ristretta), la Cina con la bomba atomica nazionalista, la Corea del Nord con la bomba di dinastia.

Tutto questo va bene nel nulla concettuale di un talk show o tra le bufale elettorali come quella del rimpatrio di 700.000 Persone in 15 giorni o del taglio di 30 miliardi di sprechi e di ruberie alla prima riunione di governo come pure che quella del milione di posti di lavoro senza dimenticarci quella che il job act che avrebbe portato miliardi e miliardi di euro di investimenti in Italia.

Le bombe atomiche sono solo e semplicemente uno strumento della forza percepita di una nazione e non sono ne´ religiose, ne´etniche, ne´ ideologiche.

E non esiste una alleanza od un komplottone di civilta´ o di idelogie per dominare il mondo dato che esiste da 10 anni la Quarta Guerra Mondiale che e´ definibile come una guerra civile tra gli Stati ed i Poteri Non Statuali per creare nuove forme ibride di stato in cui entrambi possano esistere.

Fraintendimento 2:  La storia non ha una sola fine

Sbagliava Fukuyama quando lo scrisse.

Si sbagliavano i Neo-conservatori a Washington quando pensavano di imporre un modello politico aiutandolo coi cannoni.

In Europa ed in Giappone fu possibile da parte Statunitense e Sovietica pensare a dei modelli costituzionali, (ed infatti la Terza Guerra Mondiale nota come Guerra Fredda non fu altro che uno scontro tra forme repubblicane di tipo social-comunista ed occidentale), perche´ vi erano le stesse realta´ prima della guerra.

Il Giappone viveva la Rivoluzione Meiji ed il suo radicale cambiamento dal 1866 ed in Europa i regimi parlamentari, (ancorche´ non a sufragio universale ma limitato su base etnica votando solo i bianchi, sessuale col non voto alle donne e di reddito), esistevano da ben prima.

In questo contesto innestare delle forme repubblicane in un momento di ricostruzione socio-economica e´stato ben piu´facile che pensare di innestarle ex-novo.

Ed il fallimento che si e´visto e´stata una tragedia annunciata anche se in una ottica di contenimento gli storici intorno all´anno 2050 potrebbero anche iniziare ad ipotizzare che, in “un certo senso”, fu un successo in quanto si frammentarono ed indebolirono delle realta´statuali.

Ma ed e´anche vero che questa frammentazione  era in ogni caso inevitabile, e che quindi la guerra in Iraq al massimo ha solo accellerato il processo, alla luce della fine del secolo Arabo-sunnita sia nella sua versione laico-nazionalistica, (Nasser, i partiti Bath), che dogmatica, (l´export del Wahhabismo Saudita).

Oggi sappiamo, e non e´relativismo culturale, che secoli di formazione delle elite nelle universita´ occidentali come pure tutta la necessaria standardizzazione del commercio internazionale, (peraltro anche essa un qualcosa secolare), come pure il consumismo nato nel sedicesimo secolo su base planetaria con gli scambi tra la Cina e l´occidente.

Beh, per farla semplice in una frase: sappiamo benissimo che secoli di globalizzazione hanno allargato le economie e potenziato lo sviluppo tecnologico ma non hanno modificato le culture ed il mondo e´sempre molto piu´ locglob di quanto lo si sia abituati a pensare glocal.

Ovvero tutto prima nasce nel locale e poi si diffonde nel globale con un trend locglob e solo dopo, in quanto accettato, diviene glocal andando dal globale al locale.

Abbiamo quindi dimostrato due dimensioni chiave per capire in che contesto nasce la strategia nucleare militare nel ventunesimo secolo.

Ovvero abbiamo dimostrato che:

  • Le bombe atomiche sono neutre e non a caratterizzazione religiosa od ideologica. Sono strumenti di potere per chi le ha

Per capirci. Se l´Iran Sciita ha una bomba atomica il suo primo bersaglio sono i siti delle bombe atomiche Sunnite Pachistane che i fondi Sauditi possono far puntare contro Teheran.

  • Non esiste la fine della storia, ovvero ognuno ha il suo modello e se lo segue come sta´ facendo da 6.000 anni di globalizzazione

Ed in questo contesto che e´quello della Quarta Guerra Mondiale come si concretizzano le seguenti quattro opzioni della guerra nucleare?

  • Nuclear Retaliation, ovvero la risposta nucleare ad un attacco nucleare
  • Nuclear Counter-Retaliation, ovvero l´anticipare un attacco nucleare se e´probabile che avvenga nel contesto di una invasione da parte di un nemico. Si tratta di applicare la “excalation dominance” ed i bersagli sono rigorosamente non civili
  • Nuclear Preemption, ovvero colpire per primo nel contesto del rigoroso rispetto delle leggi di guerra e quindi non colpendo dei bersagli civili
  • Nuclear War: la prima testata e´stata lanciata ed e´ una testata tattica anche se proviene da un vettore balistico. Ovvero contro un bersaglio definito, simbolico. Ma possiamo anche parlare di un devastante attacco chimico o, peggio ancora, di uno batteriologico per scatenare una epidemia che possa colpire le Persone piuttosto che gli allevamenti e le coltivazioni. La risposta non e´ una retaliation, ovvero un lancio indiscriminato per annichilire, ma uno mirato come in una qualsiasi azione bellica. A cui ovviamente poi potrebbe seguire che i contendenti si fermano e non ne usano piu´ oppure continuano con altri attacchi mirati e … bisogna gestire il tutto senza cadere nella apocalisse nucleare

Ma questo alla fine dei fatti e´ solo e semplicemente il “cosa”.

Ovvero le opzioni e quello che conta e´ invece il “chi”, ovvero chi decide.

E quindi focalizziamoci sul chi, ovvero sugli scenari reali.

E chi sono i protagonisti?

Sono di due tipi ed e´una novita´.

La novita´ risiede nel fatto che non solo gli Stati ma anche dei Poteri Non Statuali possono avere le bombe atomiche.

I protagonisti naturali sono gli stati.

Abbiamo ad oggi 9 stati con la bomba atomica e 22 che possono averla in 6 mesi una volta che vi sia una decisione politica in merito.

Uno di questi 22 e´ l´Italia e potrebbe essere tranquillamente il “Piano B” a garanzia una volta usciti dalla Nato.

Mentre la Polonia si sente a casa con lo Zio Sam, (gli Usa), e non con lo Zio Igor, (la Russia), al punto di essere disposta a pagare due miliardi di euro per creare sul proprio territorio una base Statunitense che sia un detterrente per Mosca e mentre i paesi del Nord Europa come pure la Turchia si riarmano contro Zio Igor temendolo da noi si parla di uscire dalla Nato.

Fa pensare che chi sia al confine con Mosca si senta a casa con lo Zio Sam e non con lo Zio Igor  e chiede una Nato piu´forte mentre chi e´ lontano pensa anche ad uscire dalla Nato

Ed allora  in molti potrebbero pensare che come “Piano B” non resta che una bomba atomica come si diede la non allineata India nel 1974.

Ma anche Berlino ne vuole una come garanzia di un eventuale sfaldamento della Nato se gli Usa si disimpegnasserro portando oltre il disimpegno iniziato da Obama col Strategic Pivot del 2009.

E non solo i Tedeschi come fa sapere Ankara e via dicendo.

Di questo abbiamo parlato in solitaria con largo anticipo e visto che ora i Guru che prima ci ridevano sopra ora usano le parole delle nostre analisi non vi annoiamo oltre e se siete interessati vi rimandiamo a questo click dove trovate quanto detto in merito in anticipo sui tempi.

Ma non ci sono solo gli stati dato che anche i Poteri Non Statuali possono avere una arma nucleare.

Abbiamo diverse tipologie di Poteri Non Statuali che trovate elencate nella descrizione piu´esaustiva al mondo che e´ numero uno su base mondiale in Inglese e che trovate clickando qui.

Ne identifichiamo sei di Poteri Non Statuali in grado di avere una arma atomica e li elenchiamo in ordine alfabetico:

  • Holistic Groups
  • Multinationals
  • National Liberation Movements
  • Private Powerful Persons
  • Terroristic Groups
  • Trans-national Organized Crime

Relativamente agli Holistic Groups e´ ovvio che sia facile che il confine con i Terroristic Groups e con i National Liberation Movements non sia poi cosi´ delineato e delineabile ed e´specialmente vero quando parliano della dimensione religiosa.

In questo caso potrebbe benissimo accadere che il primo gruppo fondamentalista a matrice religiosa non sia Islamico ma Cristiano.

E parliamo della Ucraina.

Nell´ottobre 2018 il Patriarcato di Costantinopoli ha riconosciuto lo scisma della Chiesa Ortodossa Ucraina, di una parte di essa almeno, dal Patriarcato di Mosca.

La reazione del governo Russo e´ stata che non tollerera´  alcun abuso sugli Ortodossi Ucraini non scismatici.

Ucraina, dove nel 2015 il governo ha assorbito i gruppi paramilitari che hanno partecipato alla rivoluzione creando delle unita´speciali ad hoc.

Sia i gruppi pro-attuale governo che quelli contro e questo per dargli un reddito e cercare un qualche inquadramento per un minimo controllo.

Speciali per due motivi.

Sono le uniche unita´ militari in Ucraina con poteri di polizia giudiziaria.

Sono poi poste anche a guardia dei siti nucleari civili con il relativo materiale e relative scorie.

E´nota la infiltrazione di queste realta´ sia con il fondamentalismo religioso che con visioni di destra estrema ariana.

Il fatto che collaborino al controllo delle installazioni civili non e´ certo rassicurante.

Senza tanti giri di parole: e se qualcuno facilitasse la trafugazione di materiale fissile per una dirty bomb nucleare?

Non serve aggiungere altro ed accade che il fondamentalismo religioso con le mani piu´ prossime a questo materiale non sia solo quello Islamico Sunnita via Pakistan o quello Sciita via Iran ma anche quello Cristiano Ortodosso via Ucraina.

Relatviamente al crimine organizzato internazionale, ovvero il Potere Non Statuale definito come Trans-national Organized Crime, le sue aderenze con le tipologie dei poteri non statuali prima elencati sono chiare.

Aderenze funzionali per controllare territori e traffici.

Relativamente alla dimensione del possesso o del co-possesso di una arma nucleare l´hot spot mondiale, il santuario in cui questo puo´accadere se non e´ gia´ in corso di accadimento e´ la Corea del Nord.

La commistione tra il crimine internazionale, che qui ha un santuario come i Talibani lo ebbero in Afghanistan, ed i servizi di sicurezza e´fortissima e ruota intorno ad un business miliardario.

Per comprenderlo basta pensare al fatto che esistono unita´ dei servizi segreti Nordcoreani che interagiscono istituzionalmente con il crimine internazionale per vedersi facilitata la diffusione di agenti nel mondo.

Una analisi in merito si trova in questo libro che dalla sua uscita nel febbraio 2018 e´ numero uno in Internet nella taggazione in Italiano sulla geostrategia nel ventunesimo secolo.

Nella Corea del Nord possiamo ritenere altamente probabile che il crimine organizzato internazionale possa pagare un miliardo di dollari per avere una testata.

Come pure che nel contesto delle dinamiche di potere interne al paese dei gruppi trovino nel crimine internazionale un potente alleato e dargli la bomba atomica da un lato fa si che si solidifichi la alleanza e dall´altro genera una polizza assicurativa.

Relativamente ai Poteri Non Statuali quali le Multinazionali e le Powerful Private Person si rimanda a quanto detto per i 22 paesi che hanno la tecnologia ed il materiale oltreche´ il denaro per una bomba in 6 mesi.

In una galassia di partecipazioni azionarie incrociate possiamo trovare tante cose.

E tra queste anche delle aziende partecipate e partecipanti che controllano aziende con i soldi, la tecnologia ed il materiale che serve.

Poi in segreto alla filmetto di serie zeta od in una della nazioni che possono nascere in territori artificiali costruibili con delle tecnologie esistenti.

Territori da 50.000 ad un milione di abitanti. Alcuni gia´ costruiti come isole in alto mare ed altri programmati per il 2024.

Senza menzionale una super nave citta´ da almeno 50.000 persone la cui tecnologia e´disponibile dagli anni ´90 del ventunesimo secolo.

Stiamo parlando della creazione ex-novo di territori artificiali che possono essere citta´stato.

E quale migliore garanzia geopolitica di una testata nucleare contro chi … .

Ma questo e´anche possibile per una figura carismatica che voglia creare un territorio simile.

Ovvero una Powerful Private Person.

Per chi sorride si ricorda il fondatore di un movimento di tipo holistic che viveva in un circuito di navi.

L´orologio nucleare militare si e´rimesso in moto riusciremo a gestire questa nuova versione della apertura del vaso di Pandora?

—————————————————–

Locglob si aggiorna 3 volte al giorno per consentirvi un dinamico contatto con le cose dal mondo.

Locglob©2018

(E’ possibile ri-pubblicare integralmente senza costi solo in contesti non commerciali e per farlo si deve citare la fonte con un hyperlink attivo)

 CLICKANDO QUI I LIBRI dell’ Autore