Riace o non Riace?

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Partiamo da tre caposaldi.

Caposaldo 1: se le leggi non sono piu´ al passo coi tempi si modificano invece che trasgredirle.

Indubbiamente non abbiamo il vantaggio dei sistemi giudiziari Britannico e Statunitense dove la sentenza genera il diritto sia come precedente come come nuova apllicazione.

In questo modo questi sistemi giudiziari garantiscono di sicuro che le sentenze, sempre migliorabili, siano sempre al passo dei tempi.

Il problema infatti e´che la migliore norma, fatta con le migliore intenzioni dalle migliori Persone  descrive sempre un mondo che non e´piu´ quando divene legge.

Ma le leggi si cambiano.

Pertanto e´alquanto stucchevole l´invito di molti di non rispettare le leggi se ritenute ingiuste come corollario al loro supporto al Sindaco di Riace.

Stucchevole dato che si vorrebbe vedere quanto resterebbero coerenti con questo assunto se il non rispetto si traducesse nel ledere un loro diritto od i loro soldini.

Stucchevole da una aerea di opinione che da decenni oramai non e´piu´descrivibile cantando Bandiera Rossa o Bella Ciao ma usando una bella canzone rap Italiana  che trovate qui.

Le norme sono la legge.

Il loro rispetto e´ l´ordine.

Il fatto che siano consone e´ la giustizia.

Se le leggi non garantiscono piu´ pienamente la giustizia perche´ il mondo  e´ cambiato allora nel rispetto dell´ordine si modificano.

Caposaldo 2: la immigrazione percepita e non quella reale e´ il problema.

Perche´ la immigrazione fa paura?

Perche´ e´ percepita come non e´ nel reale.

Ovvero domandiamoci cosa significhi che in un mondo in cui si puo´accedere con un click a qualsiasi notizia e dato statistico sia sovrastimato alla grande, regolarmente in maniera spropositata, il numero degli immigrati .

Come pure in maniera altrettanto spropositata non si percepisce la realta´ della immigrazione integrata che genera l´8 percento del Pil Italiano.

E con esso denaro dalle tasse ai contributi che pagano anche le pensioni degli Italiani come pure ai salari agli Italiani ed al comprare in Italia generando ricchezza.

La domanda hardtalkista a questo punto e´questa:  di chi e´la colpa di questa percezione non vera?

Non certo del Komplottone Sovranista.

Non certo dei partiti che ne traggono beneficio elettorale dato che si sono trovati questa situazione e la sfruttano elettoralmente.

La colpa e´:

  • di chi ha fatto questi regolamenti
  • di chi ha erogato denaro a chi si e´dimostrato incapace
  • della gran parte di Industria Etica Italia specializzata in questo che ha fatto uno scempio dei 5 miliardi annui ricevuti generando questa percezione grazie alla gestione del tutto
  • dei partiti politici che da questo mondo ricevono voti
  • della Societa´Civile e la Intelligenzia che non vede per benefici vari

Quindi prima di dare giudizi morali ricordarsi bene che  esiste del marcio in Danimarca e spalare il guano in casa propria e´ buona regola di conivenza civile

Caposaldo 3:  non fare di tutta l´erba un fascio

Nessuno pone in discussione il fatto acclarato che esistano realta´serie nella Industria Etica Italiana che si occupa di questo.

Realta´ da prendere a modello.

Ma se siamo arrivati a questa percezione della immigrazione  e´perche´ purtroppo sono la minoranza assoluta.

Quindi non facciamoci fregare col giochino che ci mostra delle realta´ di successo dato che non sono queste il problema ma e purtroppo non sono neanche il modello dato che la stragrande maggioranza non gestisce bene i 5 miliardi annui.

Ci fa business con questi soldi sulla pelle sociale di questo paese ed il resto e´ fumosa ipocrisia che tutela questa lucrosa torta!

Pertanto il non fare di tutta l´erba un fascio significa che quel pochissimo che va bene non deve essere usato per nascondere il marcio del resto

Quindi nulla togliendo a chi fa bene che purtroppo non e´ ne´ esempio e ne´modello questo poco far bene non giustifica od assolve il resto che fa business lucroso sulla pelle di queste Persone come pure sulla nostra mangiando 5 miliardi annui.

Quindi su Riace come esperienza?

a) se le leggi non funzionano si cambiano e se Riace mostra che non funzionano invece di perdere tempo in proclami alla storia che non legge nessuno che non sia nel social di chi proclama usare il tempo per pensare ad una nuova norma partendo da questa esperienza

b) ci auguriamo che sia la prima applicazione di una promessa elettorale di entrambe le forze al governo: ovvero pensare a come gestire meglio i soldi cambiamdo le norme e chi li usa quando il caso

E relativamente al modello nella dimensione che vengono tolti i finanziamenti, (ovvero almeno 2.555.000 euro l´anno si dicono essere 200 Persone a 35 euro al giorno), possiamo avere solo due ipotesi sul futuro:

1- Ipotesi 1: hanno ragione gli estimatori

Ci dicono che il sistema e´ virtuoso e di successo oltreche´da imitarsi dato che si auto-sostiene economicamente dando ricchezza e lavoro.

Quindi in questo caso il fatto che le sovvenzioni vengano meno non arreca alcun danno dato che le risorse sono generate in loco e ci dicono ad un livello tale da mantenersi come sistema.

Ed allora e´un modello da replicare ed abbiamo vinto tutti come Sistema Paese.

2- Ipotesi 2:  non hanno ragione gli estimatori

Ed allora fallisce miseramente dato che senza sovvenzioni non vive da solo.

Ed allora qualcosa non ha funzionato ed e´inutile sprecare altre risorse pubbliche e molto meglio capire cosa non ha funzionato.

Ed in questo caso  e´ una esperienza da chiudere in quanto non virtuosa e non replicabile da cui si devono solo imparare gli errori per non ripeterli nel futuro.

Vedremo che accadra´ e la speranza e´ che sia un successo.

Sia per le Persone che ci vivono che per i nostri soldi usati per questo.

Se non lo fosse abbiamo perso tutti come Sistema Paese.

 

 

—————————————————–

Locglob si aggiorna 3 volte al giorno per consentirvi un dinamico contatto con le cose dal mondo.

Locglob©2018

(E’ possibile ri-pubblicare integralmente senza costi solo in contesti non commerciali e per farlo si deve citare la fonte con un hyperlink attivo)