Negozio di Prossimita´: un modello olistico di business concreto, (2/3 le citta´oggi)

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Nella prima parte di questa analisi abbiamo visto il contesto culturale in cui inserire questa soluzione pratica di business olistico per il Negozio di Prossimita´.

In una frase questa analisi in 3 puntate parla di Crescita Resiliente: ovvero di come rendere la sostenibilita´sostenibile partendo dal quotidiano.

In questa parte parliano della urbanizzazione.

La urbanizzazione e´ iniziata circa 12.000 anni fa.

Ed in termini socio-politici  come pure in termini socio-economici, ovvero nei termini culturali della Umanita´ questo e´stato un Big Bang.

Nel 2006 per la prima volta il mondo aveva piu´cittadini nelle citta´ che altrove.

Nel 2018 se consideriamo i prossimi 35 anni, e quindi fino al 2053, in media ogni settimana un milione e mezzo di Persone si urbanizza e quindi ogni 3 mesi questo equivale a dire che un numero di Persone equivalente alla popolazione di New York va a vivere o nasce in una citta´.

Equivale a sapere che tra oggi 17 Settembre 2018 ed il 12 Dicembre 2018 nasce in termini di Persone urbanizzate una nuova New York.

La citta´ sono poi divenute delle megalopoli, ovviamente per gli standard dell´epoca, circa 6.000 anni fa´ e questo e´avvenuto in Mesopotamia.

E con questo network citta´ e´ nata la prima forma di globalizzazione.

E´ nata nel contesto del flusso di Persone, idee e realizzazioni tra queste citta´ come pure tra di esse e col mondo conosciuto.

Da allora la globalizzazione  e´stata solo un flusso di velocita´ volume e varieta´ , ( le “3V”), che la tecnologia, la economia e gli usi socio-culturali hanno accettato, incoraggiato ed assorbito in un trend che e´ sempre stato di tipo locglob, ovvero dal local al globale, e poi glocal.

Cosa sono quindi le citta´?

Tra le tante descrizioni possibili ne citiamo due.

Una di Asimov che in un suo libro di fantascienza descriveva la capitale di un impero stellare come il luogo che produceva burocrazia e che esisteva solo per questo.

L´altra e´di Jane Jacobs che nel suo bellissimo libro “Vita e Morte delle Grandi Citta´” scrive:

” I pianificatori e gli urbanisti suppongono di poter creare una passeggiata semplicemente disegnandone una sulla carta … ma una passeggiata ha bisgono di qualcuno che passeggi.”

Le citta´ sono flussi energetici.

Ne diamo una analisi in termini di Ecosistemi intesi come Universi Emozionali di Riferimento.

Intendendo con energia le 4 energie che esprimono tutti i tipi di risorse.

Ovvero di Energia Emozionale che e´ quella relativa a quello che amiamo e temiamo.

La Energia Sociale, ovvero quello che crediamo.

La Energia Materiale che va dalle risorse della finanza intesa come economia reale a quella delle fonti energetiche come pure a tutte le risorse Umane e materiali che usiamo.

Ed infine la Energia Dissipata, ovvero quella che purtroppo sprechiamo.

Questi 4 flussi di energie-risorse hanno poi 3 direttrici, 3 flussi madre.

Il flusso intra-citta´ in quanto la citta´ e´ un Ecosistema e quindi  e´ un flusso  local- to – local, (LocLoc)

Il flusso dalla citta´ al mondo che e´ un flusso dal locale al globale e quindi LocGlob.

Poi il flusso dal mondo alla citta´che e´ GloCal.

E da qui il comprendere che le citta´ siano la risultante di 3 tipologie di queste 3 strutture:

  • Le strutture hard – fisiche, ovvero dagli ospedali a tutto quanto serve per la qualita´della vita
  • le strutture hard – sociali, ovvero le norme non scritte come pure quelle scritte che chiamiamo leggi ma anche quanto accettano le varie  ” social tribes” in cui ci riconosciamo nella nostra Piramide di Appartenenza in cui convivono delle fedelta´ sovrapposte.
  • le dimensioni soft – umane, ovvero noi che le abitiamo e le plasmiamo

Ed il tutto ovviamente in un Dual di Quarto Livello in cui la realta´ e´ una sinergia quotidiana in cui convivono la realta´ fisica e quella digitale e che trovate esplicato in una infografica che trovate clickando qui: Le 4 tipologie di DUAL

E tutto questo ci porta come premessa alla realizzazione concreta di un business model che riporta al centro il Negozio di Prossimita´.

Ovvero uno degli elementi chiave vitalizzanti e ri-vitalizzanti le nostre strade.

E le strade sono le terminazioni nervose fisiche che irradiano i vari locali dell´ Ecosistema citta´.

Questa realizzazione concreta in divenire in quel di Rimini Nord si chiama EH3.

Economic Human Holistic Hub.

Una soluzione olistica che fonde il pragmatismo del project management multi-settoriale con il pragmatismo di una visione olistica che pone le Persone al centro.

Accade, infatti, che da troppo tempo, almeno da un paio di generazioni, sia stato deciso di non decidere.

Non e´stata la decisione degli Gnomi del Komplottone ma e´ quanto e´ avvenuto.

Nel pratico in questa Quarta Guerra Mondiale

Si nel pratico, in questa fase della storia accade che si preferisca contenere i problemi anziche´ risolverli.

Posticipare e non fare.

Auto-assolversi dando la colpa ad un qualcosa di “altro ed oltre” che si conretizza sempre piu nel vezzo del non negarsi e di non negare il polpettone del komplottone a nessuno.

Bufale ed aria fritta ed andiamo oltre.

EH3 ci parla di:

  • Quartieri Diversificati: nel senso di essere dei multi-verso di realta´ economiche. Ovvero universi che fanno parte di un universo
  • Strutture Economiche generanti Economia Circolare Olistica nel senso che finanziano il locale nella forma del sociale e del culturale ricavandone un concreto asset per il proprio business
  • trasformare i Negozi di Prossimita´ in Hub Olistici Multi-settoriali  che oltre e quello che e´ il loro business incorpora anche altre dimensioni come il turismo resiliente e la socialita´ otreche´ la cultura ed ovviamente la realta´digitale nella forma del business online come pure della narrativa aperta

Ovvero EH3 si innesta concretamente ed armonicamente in una citta´che e´ diversa nelle sue componenti.

E queste diversita´ esprimono il cruciale del suo essere Ecosistema di Ecosistemi.

Un LocGlob sinergico e dinamico che diviene globale, e quindi GloCal, a 2 condizioni:

  • perche´parte dal locale
  • perche´e´accettato

Ovvero un Urbanocene Resiliente e non un intrappolarci in ghetti spaziali in quanto mentali.

EH3 e´un Ecosistema IN Ecosistemi che consente al contempo di di essere:

  • nowhere
  • somewhere
  • anywhere

Quindi essere nell´everywhere della nostra vita.

Nowhere, somewhere, anywhere, everywhere.

Indubbiamente tutte belle paroline simboliche ma nel pratico di una dimensione olistico-economica come funziona?

Funziona in quanto si vive la Complessita´ Intuita .

Ovvero?

Un insieme di realta´ che siamo piu´ in grado di riconoscere che di definire.

In estrema sintesi accade che le citta´ in quanto vitali come Ecosistemi di Ecosistemi evolvono, crescono …  si espandono.

Ma, ma, ma impiegano molti decenni a cambiare e quindi da questo si deriva che sappiamo piu´ riconoscere che definire quanto accade.

Lo intuiamo piu´che spiegarlo e capirlo.

Ed ancora in sintesi piu´estrema questo ci porta a dire che tutto piu´ che work in progress sia in realta´ l´ olistico di essere Human in Progress!

E cosa e´ una dimensione che e´ piu´ Human in Progress che  work in progress?

Il modello olistico EH3 che nel concreto del business del Negozio di Prossimita´  lo trasforma in resilienza socio-economica per il suo territorio generando un concreto flusso di conoscenza e business LocGlob che innesta un flusso Glocal sia fisico che digitale che porta tanti soldini e con essi le risorse per il socio-culturale.

Ma in una Italia dilaniata da una guerra nella forma di una campagna elettorale permanente in cui la cura del sociale diviene sciatteria elettorale e´ chiaro, anzi chiarissimo che EH3 non fa politica.

EH3 consente alle Persone di vivere facendo quello che sono ed essendo quello che fanno nei loro Negozi di Prossimita´che da tempi immemorabili sono parte dell´essere citta´  e che non possono essere annichiliti.

E visto che questa tecnologia lo consente se unita ad un project management olistico pluri-dimensionale allora accade che non vengono spazzati via ma, anzi, fioriscono.

Grazie ad un Economic Humand Holistic Hub che e´una singolarita´ in tempo finito in quanto cambia i paradigmi.

E come si crea un EH3 come quello in divenire somewhere in Rimini Nord?

E´semplice e ne parliamo nella terza ed ultima parte di questa analisi che e´un video che va in onda domani.

Tutto accade perche´ci si diverte e che la

Vita allontani la Non-vita !