9/11 ne parliamo quando celebriamo il 9/15

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Oggi non parliamo di 9/11 dato che fra 50 anni gli storici che iniziranno a considerare il primo decennio del ventunesimo secolo come elemento di storia parleranno certamente di 9/11 ma si focalizzeranno sull´evento che ha avuto le conseguenze maggori.

Ovvero di 9/15, cioe´ del 15 Settembre 2008 dove e´ iniziata la crisi finanziaria che impatta ancora oggi e che e´ stata la causa scatenante dell´ insieme di tensioni regresse che hanno dato origine alla Quarta Guerra Mondiale che quest´anno festeggia, come insieme di guerre di diverso tipo e contesto, i suoi primi 10 anni.

Oggi introduciamo un concetto che riprenderemo nella analisi che faremo il 15 Settembre e che ci spiega cosa sia l´ Impero A-terittoriale Americano, (IA2), il cui concetto e´stato introdotto da Geoeconomia XXI, (Geopolitica + Geoeconomia).

Un libro che dalla sua uscita nel febbraio 2018  e´ numero 1 in Internet nel suo ambito tematico come potete vedere clickando qui.

Dagli anni ´80 ogni giorno sentiamo che gli Usa sono alla fine. In dceadenza irreversibile.

Negli anni ´80 era Super Giappone che avrebbe dominato il mondo e veniva descritto con le stesse parole e gli stessi toni con cui oggi si descrive Super Cina.  Basta cercare degli articoli di quegli anni e  sostituire alla parola Giappone la parola Cina.

Nel frattempo gli Usa hanno vinto la Terza Guerra Mondiale contro la Unione Sovietica, (ovvero la Guerra Fredda).

Hanno consolidato oltre ogni misura la loro supremazia tecnologica rispetto al mondo dato che sono decenni che sono in continuo e crescente surplus commerciale tecnologico rispetto al mondo.

Hanno raggiunto la autosufficenza energetica e sono esportatori netti di energia. Si ricorda sommessamente a questo proposito a chi ci dice che vadano in Medio Oriente per il petrolio che le 7 Sorelle non hanno piu´potere dagli anni ´80 in quanto rimpiazzate dai produttori nazionali di carburanti come la Brasiliana Petrobas o la Saudita Aramco. E ricordiamo pure, appunto, che gli Usa sono esportatori netti di energia.

Hanno consolidato la autosufficienza alimentare attuando quella che nella Teoria del Chaos si definisce come una Singolarita´ in Tempo Finito. Ovvero hanno modificato in maniera irreversibile il paradigma. Nel concreto a partire dalla agricultura cellulare non solo quanto produrranno li rende totalmente autosufficienti ma e´ anche in grado di risolvere totalmente i problemi generati dalla sovrautilizzazione del terreno a fini agricoli.

Sono sempre il luogo di elezioni per gli investimenti.

I loro fondi di investimento sono tornati in giro per il mondo. Sono i fondi Americani che hanno protetto la formazione dell´attuale Governo Italiano a fine maggio 2018 operando contro la speculazione finanziaria e non quelli Russi od Ungheresi tanto per capirci.

E quando Erdogan ha minacciato di andare altrove non ha trovato nessun altrove che sostituisse Washington e la Nato ed il tutto si e´ridotto ad una legge che impedisce di trasmettere i film ad argomento western in Turchia. Da John Ford a Sergio Leone a conferma del soft power Americano.

Ed in Siria le truppe Usa hanno ucciso in combattimemto almeno 300 contractors Russi e nessuno a Mosca ha reagito ed anzi le morti sono tenure segrete in patria per ovvi motivi di convenienza politica per l´attuale leadership.

Relativamente all´Iraq ne parliamo nell´articolo su 9/15.

Tanto per fare alcuni esempi geopolitici e geoconomici.

Il vero problema degli Usa in termini di tenuta e´ interno.

Possiamo porre le radici di questa frammentazione nella definizione del Nord America in un conglomerato di 9 Nazioni in cui si integrano anche il Messico ed il Canada.

Una definizione del 1981 su dati degli anni ´60 e ´70 del ventunesimo secolo di Joel Garreau che potete trovare clickando qui.

In che senso interno?

Nel 2017 a livello mondiale il peggioramento maggiore dell´indice di pace percepita e´ avvenuto negli Usa a seguito del degnerare della tensione politica interna organizzata.

Parliamo in buona sostanza della polarizzazione dello scontro politico e come simbolo possiamo prendere le immagini del funerale del senatore repubblicano John McCain.

Nella cattedrale di Washington come in tutta la cerimonia il feretro era portato da militari in alta uniforme a rappresentanza di tutte le componenti delle forze armate Statunitensi. Ma il comandante in capo di tali forza armate, ovvero il Presidente degli Usa, non era presente su esplicita richiesta del defunto che non lo considerava persona gradita al proprio funerale.

La dice lunga in termini simbolici.

Prima di andare avanti definendo il concetto di Impero A-terittoriale Americano, (IA2), apriamo ancora una parentesi sul declino degli Usa.

Andiamo a chiedere ad un Sud Coreano od a un Taiwanese se considerano gli Usa in declino irreversibile.

Chiediamolo ad un Saudita come pure ad un Messicano.

Cosa intendiamo dire?

Gli Usa sono in declino per chi loro considerano strategicamente meno rilevanti. Ovvero per gli Europei dato che il disimpegno da questa parte del mondo e´ iniziato con lo Strategic Pivot del presidente Obama nel 2009.

Una dimensione che ha portato il Gruppo di Viesegrad a creare il primo battle group reale in Europa al di fuori della Nato e del mitologico esercito della Unione Europea per crearsi uno scudo contro Mosca.

E sempre parlando di Europa andiamo a chiedere ad un Bulgaro, ad un Lettone , ad un Albanese o ad un Polacco come pure ad un Ucraino ma anche ad uno Svedese.

Ovvero  a chi si confronta con le posture aggressive di Mosca se percepiscono come in decadenza gli Usa.

La risposta sara´ un fragoroso no.

Torniamo a parlare dell´Impero A-territoriale Americano che da ora definiamo come IA2.

Si basa sul fatto che Washington continua ad offrire quelli che la scienza della politica e le cancellerie come pure gli stati maggiori ed i consigli di amministrazione delle multinazionali definisco come i “beni pubblici” internazionali.

E´ il newtork delle basi Statuinitense nel mondo e non la “collana di perle dei porti” in costruzione da parte dei Cinesi che garantisce la sicurezza mondiale delle dorsali di collegamento fisiche e digitali.

Si, anche delle digitali dato che Internat ha una inesorabile quando fondamentale componente fisica che viene regolarmente dimenticata e che si esplica nelle reti telefoniche, nei satelliti di comunicazione e nelle milk farm, (le localizzazioni dei server).

E questo e´uno degli elementi.

Un elemento che viene pagato con un costo imperiale che tutti si accollano comprando da sempre il debito pubblico Statunitense ed usando il dollaro.

E comprando il debito pubblico Statunitense attivano il secondo elemento che e´ il mercato Statunitense.

I Cittadini Usa che non devono comprare i loro titoli di stato dato che li comprano altri usano questo denaro come Consumatori Usa garantendo a chi compra questi titoli di stato l´export, (ed i surplus commerciali).

Relativamente al dollaro al di la´ dei proclami di Putin che vende i dollari Usa per convertirli in dollari di Hong Kong che sono in regime di parita´ con quelli Statuinitensi, ovvero e´ la FED che alla fine ne gestisce l´andamento.

Al di la´di questo e dei proclami su cryptomonete e cryptovalute che sostituiranno il dollaro.

Come pure di quelli dello yuan che con le “Vie della Seta” lo sostituira´ salvo poi scoprire che dall´ottobre 2017 i think tank militari Cinesi chiedono al potere politico di lasciare entrare gli Usa in questi progetti. Come pure scoprire che da 3 anni il governo di Beijing fa fare lobbying ad una importantissima societa´ di consulenza Statunitense per rendere meno stringenti i parametri di investimento dei fondi pensione occidentali per avere i soldi per finanziare le Vie della Seta.

Al di la´ di tutto questo se veramente qualcuno volesse sarebbe relativamente facile sostituire il dollaro.

Come?

I Cinesi possono chiedere di essere pagati in yuan e non in dollari quando esportano e potrebbero iniziare abolendo il dollaro di Hong Kong da cui esce circa il 15 percento del loro export.

I Russi di essere pagati in rubli per le sole cose che esportano. Ovvero le materie prime, le armi, gli antivirus e la wodka anche se la migliore al mondo e´ Francese.

L´Opec per solidarieta´ alla causa Palestinese dagli anni ´70 avrebbe potuto chiedere che gli idrocarburi venissero pagati con una moneta di conto tipo l´ Ecu basata su un paniere di rilevazione dei prezzi.

Ma nessuno lo fa e tutti sono felici di usare il dollaro.

Coma mai?

“Solo e semplicemente” perche´tutti vogliono la stabilita´.

Ovvero in una frase:  restando al loro interno con la forma di governo che hanno partecipare a questo ordine mondiale con una ristrutturazione dei pesi relativi dei vari attori e non eliminare questo ordine.

Tutto qui.

E lo ha capito Trump che col rinegoziare dal multilaterale al bilaterale mette le basi del consolidamento del potere Usa in termini di “beni pubblici”.

Infine abbiamo altri due elementi chiave che caratterizzano questo tipo di impero che e´ una novita´assoluta.

Il primo ci parla del detenere un indiscusso vantaggio tecnologico.

Il secondo ci dice che questo tipo di impero e´ a-territoriale in quanto non necessita´ di una occupazione militare dei territori.

Meno che mai in un mondo dove per la prima volta siamo tecnologicamente in grado di costruire territori artificiali che possono contenere da 50.000 ad 1 milione di Persone.

Questo sono gli Usa l´ 11 Settembre 2018.

—————————————————–

Locglob si aggiorna 3 volte al giorno per consentirvi un dinamico contatto con le cose dal mondo.

Locglob©2018

(E’ possibile ri-pubblicare integralmente senza costi solo in contesti non commerciali e per farlo si deve citare la fonte con un hyperlink attivo)

 CLICKANDO QUI I LIBRI dell’ Autore  

In VERSIONE INTEGRALE, SENZA DOVERVI REGISTRARE E TOTALMENTE GRATIS clickando qui trovate gli audio-libri di Locglob!

  • Humpolitics, romanzo N.1 in Internet dal 2015
  • Economia XXI , saggio N.5 in Internet dal giugno 2018
  • Poetic Lifestyle, poesie N.10 in Internet dal  luglio 2018
  • L´Italia che puo´dire no (i fatti non sono sovranismo), saggio N. 5 in Internet dall´agosto 2018
  • Universo Emozionale di Riferimento, business