Domande Scomode: cosa NON viene detto parlando di fascismo, comunismo od anti-global 2.0?

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Torniamo con le domande scomode e ringraziamo gli hacker che colpiscono questa Ideamover, (rubrica).

Perchè li ringraziamo?

Beh, anche questo è alla fine un indice di gradimento, no? Eh si che lo è!

Oggi ci faremo delle domande scomode sul fascismo, comunismo od anti-global 2.0 e nel farlo introduciamo il concetto delle Minoranze Attive.

I – convenienze di tipo elettorale / 1:

I.a: fascismo

  • è vero o non è vero che una sinistra in preda ai personalismi da leader possa in questo modo trovare disperatamente un collante che alla prova dei fatti non impegna nulla, (pariti e partitini),e  nessuno, (leader vari più o meno senza  truppa in cerca di trippa)?
  • è vero e non è vero che il centro destra non pende posizioni “accalorate” nel criticare dato che queste Minoranze Attive pesano in maniera determinante in un contesto elettorale che potrebbe avere le percentuali di voto di Ostia?

1.b: comunismo

  • è vero o non è vero che una sinistra estrema parlamentare che aveva brindato a Trump anti-establishment/ komplotto globale, (e che ora con molta ipocrisia od incoerenza o tace o lo critica sul muro al confine, la uscita dalla Conferenza Climatica a Parigi, la gestione delegata agli apparati della crisi con il Nord Corea e la decisione di aprire l’ ambasciata a Gerusalemme), essendo a corto di idee oltreché avvitata su slogan del passato urlati da leader in cachemire od indossanti costosissime camicie senza cravatta di marca trova in questo un modo  di farsi sentire,beh, è vero o non è vero che in questo trova un canale per un consenso?
  • è vero o non è vero che ogni atto violento dalla Notav alle manifestazioni dei centri sociali sia sempre e comunque compreso, tollerato, giustificato e la kolpa è sempre degli altri katttivoni?
  • è vero o non è vero che quando in Venezuela la polizia reprime col sangue per tutelare un regime corrotto ed in combutta con la criminalità internazionale i manifestanti o sono idioti strumentalizzati o sono agenti CIA mentre in Palestina sono tutti “santi”? Salvo poi cronicamente voltare lo sguardo quando a Gaza Hamas fa i comodacci suoi in termini di corruzione e prevaricazione violenta contro i Palestinesi o quando in West Bank li fa Fatah? (come diceva Marco Pannella: “un Palestinese ferito od ucciso fa notizia solo se accaduto a causa di un Israeliano”)
  • è vero o non è vero che questo strabismo sia voluto ed accade al fine di garantirsi i voti di altre Minoranze Attive , voti sempre più importanti in un possibile contesto elettorale con una affluenza come quella ad Ostia?

1.c: anti-global

  • è vero o non è vero che ogni atto violento od intimidatorio, (ad esempio le decapitazioni di manichini a Torino), sia sempre e comunque compreso, tollerato e giustificato se non applaudito?
  • è vero o non è vero che anche in questo caso questo strabismo sia interessato ed accade al fine di garantirsi i voti di altre Minoranze Attive, voti sempre più importanti in un possibile contesto elettorale con una affluenza come quella ad Ostia?

 

II – convenienze mediatiche:

  • Più che una  raffinata strategia di distrazione, (descritta da Noam Chomsky  come vedete clickando qui), da altri problemi contingenti come la povertà crescente è vero o non è vero che parlarne vuol dire non tanto parlare di fascismo, comunismo od anti-global 2.0 quanto piuttosto di parlare di chi ne parla e quindi attivare il solito meccanismo di referenze incrociate che alla fine garantisce audience in un panorama fiacco? (e con la audience i lauti compensi per chi va a parlare nei talk-show e le entrate pubblicitarie)

III – convenienze elettorali / 2:

è vero o non è vero che queste critiche strabiche come pure gli speculari silenzi interessati servano tutti-partisan per distrarre da un vuoto di soluzioni reali in termini di offerta programmatica?

IV – M5S = argine

Il M5S viene sempre più paragonato ad una forza che non sappia governare ma che è utile come argine dato che sa mantenere gli scontenti nell’ ambito del confronto politico non violento.

  • Ma allora è vero o non è vero che in questo modo si finisca con l’ equiparare il M5S ai seguenti partiti della Prima Repubblica: Democrazia Proletaria e MSI?

In che senso?

Partiti che portavano gli Italiani nostalgici a destra ed insoddisfatti a sinistra a non abbracciare forme non democratiche di contestazione facendo confluire in media un 10 % voti a forze politiche che erano poi fuori da ogni alleanza politica e quindi congelandoli di fatto al di là poi del concreto partecipare ai dei giochini da spartizione che poi regolarmente avvenivano nel “segreto” degli incontri dei capo gruppo parlamentati in cui si indirizzavano le commissioni.

  • è vero o non è vero che facendo questo si finisca con lo svalutare/ sminuire immeritatamente una forza politica che è divenuta più “pro-Cernobbio, pro-Nato, pro-euro” e che andrà da sola alle politiche ma il giorno dopo può tranquillamente allearsi con tutti?

Con tutti?

Ricordiamoci sempre che quando era “anti-Kernobbio, anti-Nato, anti-euro” pur di sedere in un gruppo parlamentare riconosciuto a Brussels non ebbe problemi a quasi concretizzare una alleanza con una famiglia politica Europea che era  “pro-Cernobbio, pro-Nato, pro-euro”.

  • Ed allora è vero o non è vero che con questa logica di giudizio anche la Lega, Fratelli di Italia, Sinistra Italiana, Forza Italia ed altri agiscano come “forze argine”?

In che senso?

Col loro strabismo nel vedere o non vedere per averne i voti alla fine non li “arginano” facendoli votare per loro e quindi non arginano le derive non democratiche?

Tutti democraticamente arginanti quindi nel giustificare la violenza di chi vogliono loro per beccarsene i voti.

Ed infine per tornare a chi parla della inconsistenza del Human Power rappresentato dagli Eletti M5S è un peccato che manchi una domanda chiave.

Una domanda che non ha connatazioni golpiste o da komplottologia ma che è bene farla.

Ma chi pensa le cose che elaborano che hanno un substrato alle spallesu cui si può anche non concordare ma che esiste?

Come?  La Casaleggio & Associati?

Davvero?

Invece è molto più sensato e dire che in Italia esiste un mondo di competenze analitiche e progettuali che gravita intorno al M5S essendone il “think tank”.

Nulla di male od illegittimo o non etico o di komplottaro -golpista e nemmeno di estero-guida  in questo e va benissimo dato che il M5S, al pari di ogni realtà politica, si rivolge alle menti che più preferisce nella forma che vuole.

Ed è da questo mondo che  arriveranno a tempo debito delle “sorprese positive” in termini sia di nomi candidati parlamentari che di nomi tecnici governativi.

V –  Cause ed ancora: distrazione

  • è vero o non è vero che continuando in questo modo si parla accuratamente di un tipo conseguenze evitando accuratamente quanto comodamente di parlare della cause?

Ovvero: impoverimento crescente e percepita non speranza nel futuro

Nel pratico: quando l’ Italia era in crescita economica o quando negli anni ’80 quando aveva nel G7 un Pil da quarta potenza industriale al mondo chi avrebbe parlato di questo.

  • Ma indubbiamente frequentare a pagamento un talk show criticando in maniera strabica certi fatti e non altri invece che offrire soluzioni credibili è molto più facile, è vero o non è vero?

VI Minoranze Attive

Dalle manifestazioni anti-mafia con la Sindaca Raggi in Ostia a quelle anti-fascismo con il candidato Premier Renzi a Como possiamo trovare una costante.

Quale?

Ci vanno “4 gatti”.

La prima domanda scomoda è: come mai ci vanno “4 gatti”?

Ed ovviamente possiamo avere 2 risposte:

  • chi marcia non è credibile
  • la ragione della marcia non interessa come argomento

La risposta è ovviamente nel mezzo e questo ci introduce sia al concetto di Minoranze Attive che al loro uso pericoloso che sembra divenire il trend in Italia.

Cosa sono le “Minoranze Attive”?

Sono i gruppi socialmente organizzati e radicati in modo Dual, (ovvero sia nella realtà digitale dei social che in quella fisica delle strade).

Sono le realtà che non si limitano a “postare & twittare” ma sono anche in strada a portare aiuti concreti.

Ed ipocrisia a parte in questo momento in Italia queste realtà sono solo 3:

  • il mondo del Volontariato a supporto dell’ Industria Etica Not Profit ma con circa un milione di Italiani giustamente e legittimamente stipendiati che gestiscono il lavoro di circa 6 milioni di  Volontari
  • le forze politiche di estrema destra
  • i centri sociali e le forze politiche di estrema sinistra ad essi collegate

Il resto del panorama politico- intellighentia – sindacati, per quanto dia fastidio dirlo, si limita a:

  • postare & twittare
  • riempire a pagamento i talk show
  • farsi intervistare o scrivere editoriali
  • ri-riempire i talk -show e le colonne dei giornali cartacei e digitali per promuovere libri e spettacoli teatrali piuttosto che film
  • fare convegni a cui segue un corroborante rinfresco o desinare rigorosamente sostenibile
  • parlare al calduccio in comodi salotti raffinati a celebrazione incrociata

Ed in questo contesto le Minoranze Attive divengono un fattore chiave.

Lo divengono in un contesto in cui l’ affluenza possa essere come quella di Ostia.

E lo divengono perchè in quanto realtà attive, organizzate e motivate … vanno a votare ed a cercare voti sul campo.

  • E quindi la domanda scomoda diviene: è vero o non è vero che “qualcuno Tutti-partisan” confida pericolosamente un pò troppo in una affluenza tipo Ostia credendo di avere abbastanza Minoranze Attiva della sua che poi votano?

Ovvero con delle  percentuali di voto come ad Ostia contano di più le Minoranze Attive che la Maggioranza Silenziosa (dato che probabilmente  questa maggioranza non va a votare).

VII – Reato di opinione e reato violento

Visto che cercano voti tutti criticano o non criticano in maniera interessata ed in questo è in crescendo il vezzo tutti-partisan che giustifica o relativizza il tutto.

Ed accade che sempre più tutto diventi un reato di opinione od essenzialmente questo contornato da una qualche esuberanza.

In questo modo qualcuno giustifica che si imponga l’ ascolto in una assise pubblica riprendendo un modo di fare sessantottino.

Sempre in questo modo qualcuno giustifica che si decapitino dei manichini riconducibili a delle Persone prima ancora che a dei leader politici.

Ma anche che le legittime critiche che si possono fare al governo Israeliano finiscano per essere il pretesto per una mondezza di stereotipi contro gli Ebrei che altro non è che razzismo anti-semita.

E poi passare dagli Ebrei agli Stranieri, ai Mussulmani, ai Gay  e via dicendo è facile, no? Eh si che è facile e lo vediamo ogni giorno.

  • Ma è vero o non è vero che le opinioni sbagliate espresse da falsi quanto cattivi maestri se tollerate e giustificate non diventino poi a loro volta la ratio che giustifica la violenza?
  • Ovvero ci siamo dimenticati il sangue versato nella stagione del terrorismo in Italia perchè le opinioni dei cattivi maestri non erano reato ma generavano violenza?
  • E chi ha pagato poi per questo?

Gli esecutori, (ovvero la manovalanza dei cattivi maestri), e le vittime ma non certo i cattivi maestri che, compagni o kamerati che fossero, da questo ci hanno guadagnato potere e prestigio e da allora arricchiscono il loro conto in banca continuando a dire quello che vogliono, quando e come vogliono.

In estrema sintesi: è vero o non è vero che ad un certo punto le opinioni possono diventare sangue? 

Ancora una volta chiedere non è offendere e nuovamente ringraziamo il gradimento mostratoci dagli hacker che vogliono zittire questo Ideamover.

Ed ovviamente ognuno è libero di rispondere come crede a queste domande come pure di non rispondere se risultassero troppo stupide o troppo scomode.