Design: 5 consigli per far sembrare più ampia la vostra abitazione

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

In termini di armonia degli spazi abitativi il segreto per vivere e dare la sensazione di uno spazio maggiore rispetto al reale è sempre e solo uno.

Ovvero organizzare lo spazio in maniera impeccabile con un approccio minimalista.

In altri termini possiamo anche dire che si sceglie di decorare un ambiente in modo complesso e non complicato, ovvero ridondante che finisce col ridurre la percezione dello spazio.

Qualcuno definisce questo stile Scandinavo ma è limitativo dato che ovunque viene sentita questa necessità e quindi abbiamo poi infinite sfumature.

Infinite sfumature che a loro volta aumentano di numero dato che ognuno di noi ha poi il suo gusto oltreché le sue necessità.

 

Iniziamo ad analizzare gli accorgimenti chiave per arredare in modo da ampliare la percezione dello spazio.

Semplicità e colori naturali amplificano la funzionalità dello spazio non occupato dagli oggetti del design.

Il punto fondamentale è che se decidiamo di cambiare l’ arredo per conseguire questo scopo non dobbiamo partire da zero facendo tabula rasa di quello che abbiamo ma possiamo tranquillamente partire disponendo diversamente i nostri mobili.

E qui troviamo 5 consigli chiave.

Consiglio numero 1: lasciate dello spazio tra gli oggetti

 Posizionando gi oggetti evitando sia di sovraccaricare lo spazio visivo che di impilarli con troppo complementi di design otteniamo due risultati chiave.

Il primo è quello di evitare una disturbante sensazione di disordine. Una sensazione che disturba sia noi dato che viviamo questo spazio come pure chi ci viene a visitare.

Il benessere che deriva dal percepire a armonia di questo ordine innesta una percezione di volume, di spazio maggiore.

Consiglio numero 2: usare dei colori neutri

Esistono alcune regole universali per quanto riguarda i colori.

Se è vero che quelli pastello rendono un ambiente più caldo è anche vero che quelli naturali hanno il pregio di farlo percepire come più  ampio.

Consiglio numero 3 (rafforzativo del primo consiglio): optare il più possibile per delle superfici libere

Questa è forse, no è senza dubbio la sfida più difficile da vincere.

Perchè?

“Solo e semplicemente” perchè stiamo parlando del nostro spazio vitale.

Del luogo più intimo e quindi vogliamo sentirci liberi di goderne come vogliamo.

Anche impilando le cose che usiamo nel corso del tempo.

Ma dobbiamo trovare un equilibrio per beneficiare di una emozione tranquillizzante più forte che ci viene offerta dal percepire di essere avvolti e coccolati  in uno spazio più ampio .

Consiglio  numero 4: i complementi di arredo per le pareti

Li chiamano quadri da secoli ed ovviamente alle parti possiamo appendere di tutto e non solo loro.

Le pareti sono come le dita intrecciate di una mano. Avvolgono lo spazio e con esso il nostro tempo trascorso a casa.

Ed è un bene che questo intreccio abbia delle fessure.

Le porte. Le finestre.

Ma anche i quadri e tutto quello che appendiamo alle pareti sono delle fessure.

Fessure che ci pongono in contatto col mondo tramite le emozioni che generano in noi.

Quindi?

Qui , in questi dettagli si vede la differenza tra chi ha gusto e chi ha classe e quindi alla fine  è impossibile dare un consiglio ma esiste un ausilio pratico quanto efficace per scegliere.

Unite le mani di fronte agli occhi ed ognuna abbia il pollice e l’ indice aperti ed in questo modo avrete un quadrato davanti agli occhi.

Come fosse un obiettivo fotografico ed attraverso questa prospettiva analizzate le pareti immaginando il quadro che volete appendervi o valutando che effetto farebbe immaginandolo come se lo vedeste in una foto.

Consiglio numero 5: le luci

Un errore tragico quanto fondamentale con le luci è quello di considerarle come un accessorio, un semplice complemento di arredo.

Considereremo il sole o la luna un accessorio del paesaggio?

Certo che no e lo stesso vale per le luci della nostra abitazione.

La luce in questo spazio ha due componenti.

Quella delle finestre che è quella del mondo.

E quella delle lampade che esprime come noi vogliamo che sia la luce che ci deve carezzare.

Il primo elemento chiave è che le due si armonizzino creando un filo di calore senza soluzione di continuità.

Già calore ed è questa la parola chiave per la luce.

Le soluzioni sono infinite ma quanto più sono brillanti tanto più amplificano la sensazione di spazio.

Come per il fashion la nostra analisi si muove a due livelli per evitare di scrivere una marchetta, ovvero un articolo a pagamento.

Un articolo che per quanto interessante possa essere risulta essere viziato dal fatto di essere pagato.

Il primo livello è di usare il nostro info-aggregatore per selezionare tre le 12000 fonti quelle che esprimono il trend nel design. E da qui evidenziarlo.

Poi indicarvi uno dei migliori aggregatori di prezzi online, Prosumerzen, dove potete trovare i prezzi migliori per il design in tempo reale.

 


 

Nota Editoriale: Le Ideamovers

LocGlob analizza ogni giorno più di 12000 fonti tutti-partisan selezionate da un infoaggregatore unico al mondo, Inputrends,che ne monitora 80000.

Questo perchè siamo consci che il vero potere non risieda nella informazione ma nella comprensione delle cose.

Le Ideamovers, ovvero le 10 Rubriche, del Palinsesto di LocGlob

Settimane 1 e 3 del mese

Lunedi´:Economia Positiva

Martedi´:Benessere

Mercoledi´: Fashion Consapevole

Giovedi´: Design Vivibile

Venerdi´: Travel Eclettico

Settimane 2 e 4 del mese

Lunedi´: Motori, Cultura e Lifestyle

Martedi´: Food Intelligente

Mercoledi´: The Uprising: la Rivolta Sostenibile e Resiliente

Giovedi´: Tecnologia Sostenibile e Resiliente

Venerdi´: Citta´da Vivere

  • Alle 6 del mattino dal Lunedi’ al Venerdi’ : Meta-analisi
  • Dal Lunedì al Venerdì alle 20: CLicks on the World, le migliori analisi del giorno su Geopolitica, Economia, Lifestyle
  • Ogni Sabato il Supplemento Settimanale
  • Ed anche COMPENDIUM CLicks on the World, ovvero le migliori analisi al mondo della settimana

Locglob si sviluppa grazie alla metodologia di gestione aziendale e project management olistico per la economia positiva nota come Leverage Cognitive Power che trovate clickando qui.

©2017