Tecnologia Sostenibile: IL RISCHIO DELL’ UMANESIMO NAZISTA

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Con l’ Ideamover, (rubrica), “Tecnologia Sostenibile” siamo i numeri 2 al mondo su più di 32000000 di siti come vedete clickando qui 

Esserlo dicevamo consente di essere credibili trattando argomenti che  altrimenti sembrerebbero fantasia.

Nel mondo contemporaneo abbiamo 4 forme di umanesimo.

L’ umanesimo classico, quello marxista, quello liberale e quello evoluzionista.

L’ umanesimo evoluzionista è di matrice nazi-fascista nel senso che parla di un razza superiore che deve guidare il mondo come pure del fatto che gli altri debbano crepare.

Appartieni ad una altra etnia od hai una malattia genetica allora crepa che dai fastidio.

Brutale?

No, dato che è questo che  dicono e vogliono questi umanisti.

Un qualcosa su cui dobbiamo riflettere sin da ora dato che la tecnologia già da oggi è in grado di creare dimensioni positive che se fossero controllate da questo umanesimo diverrebbero devastanti.

Diverrebbero i mostri generati dall’ uomo citati nella Apocalisse.

Andiamo con ordine.

E nel farlo iniziamo con i benefici che la ricerca medica applicata stà generando.

Poi passeremo al rischio reale che venga strumentalizzata dall’ umanesimo neo-nazista.

Concluderemo poi parlando di come si possa evitare questo implementando un umanesimo dilatante.

I benefici.

Prendiamo 4 esempi tra tutti.

Un neurochirurgo Italiano guiderà una equipe internazionale per un intervento in Russia finanziato da un pool internazionale di università ed assicurazioni.

Questo intervento consentirà di salvare una persona che si offre volontaria dato che soffre di un male terminale.

L’ intervento porta ad un trapianto.

Il trapianto di un corpo decapitato di un cadavere a cui viene agganciata la testa del volontario dopo essere stata a sua volta decapitata dal corpo morente.

Pensiamo a chi soffre di malattie terminali, di handicap devastanti o sia bloccato su di una sedia a rotelle od in un letto per un incidente.

Il secondo esempio ci porta ad Harvard dove 3 anni fa hanno dichiarato di poter creare un corpo umano in grado di non ammalarsi più.

Il tutto operando geneticamente nel concepimento.

Una nuova etnia od una nuova razza non di immortali ma di persone che non si ammalino più di malattie infettive?

I benefici in termini sia di minori costi per il welfare che per le perdite di produzione da malattia sono chiari e, sotto questo punto di vista, rendono un robot un pò meno alettante rispetto ad un uomo.

Il terzo esempio ci parla di tessuti umani che sono creati partendo da cellule non staminali e che divengo una sorta di “inchiostro” con cui creare dei tessuti piuttosto che degli organismi con delle speciali stampanti 3D.

Il quarto esempio è duplice dato che ci parla di due tecnologie che portano a livelli esponenziali la interazione uomo-macchina.

Il primo esempio ci parla de fatto che esistono degli hardware che consento di porre in rete i cervelli delle persone come se fosse una rete di computer.

Ovvero ogni cervello  ha pieno accesso agli altri.

Ed il secondo ci parla della interazione tra il cervello ed un computer in cui la mente umana aumenta la propria capacità di apprendere e poi di elaborare quando appreso.

Il tutto si innesta nella tecnologia di un “qualcosa” che è un computer in grado di modificare la propria struttura come noi modifichiamo le sinapsi celebrali.

Un “qualcosa” che esiste già per intenderci.

Lo definiamo “qualcosa” perchè descriverlo come un supercomputer quantistico operante con nanotecnologia ed implementante intelligenza artificiale emozionale e cognitiva è troppo limitativo.

I benefici in termini di gestione del mondo in cui viviamo sono chiari.

Ed ora con questo sullo sfondo parliamo del lato oscuro della stessa medaglia e lo facciamo riprendendo tutti gli esempi analizzandoli secondo le manipolazioni dell’ umanesimo evoluzionista, ovvero di quello neo-nazista.

Immaginiamo che il trapianto corpo-testa volutamente non venga pagato dal welfare con la balla-scusa che non ce lo possiamo permettere.

E che , quindi,rimanga una qualcosa che ci si debba pagare e pertanto accessibile a non più di 200000 persone al mondo.

Queste persone potrebbero allungarsi la vita di qualche secolo. Sicuramente esiste un limite alle volte in cui si possa eseguire questo tipo di impianto ma basterebbe che il limite sia anche solo di 2 o 3 volte.

Infatti le pratico queste persone  allungherebbero di 2 o 3 volte la vita rispetto agli altri.

Le conseguenze sono chiare.

Parliamo ora della possibilità che i nostri figli possano nascere con un corpo immune alle malattie.

E se qualche umanista evoluzionista nazi-fascista al potere decidesse che solo una parte della popolazione possa avere questa opzione?

Il risultato sarebbe che gli altri sarebbero sempre più deboli e quindi ricattabili.

Analizziamo ora quanto relativo ai trapianti.

E se anche in questo caso vincesse la balla che non ce lo possiamo pagare con i deficit che abbiamo allora sarebbe un qualcosa solo per i sopra detti 200000.

Privilegiati che si allungano una vita giovanile  sostituendosi un organo alla bisogna. Dal rene al pisellino tanto per  capirci.

Ed ora affrontiamo le interazioni uomo-macchina con questi “qualcosa” già esistenti, con questi super-computer.

Immaginiamo che solo 1 milione di persone possano accedervi e con essi controllare le infrastrutture del mondo.

Il pensiero di creare questa elite in cui per ogni persona vi sono almeno 7000 subalterni non può non stimolare un orgasmo politico per gli umanisti evoluzionisti neo-nazisti.

Perchè 1 ogni 7000?

Siamo 7 miliardi e se solo 1 milione  accede ad esse abbiamo che si ha 1 persona con questo privilegio ogni 7000.

Fermiamoci un attimo per ricordarci che parliamo di tecnologia che esistono oggi e non nel 3333.

Ed a questo punto la terza parte in cui pensare ad una soluzione affinché vinca il lato illuminato della medaglia.

Quale?

La tecnologia in sè e per sè non è buona o cattiva.

Buono o cattivo è solo ed esclusivamente l’ uso che ne viene fatto.

E questo uso dipende da noi ovvero da come noi ci auto-limitiamo e auto-regolamentiamo.

Il vedere che  queste tecnologie esistono a fronte di totale silenzio delle leadership politiche tutti-partisan è un qualcosa da farsela sotto.

Ed è questo, solo questo.

Mentre qualcuno pensa già alla nuova razza elette viviamo un silenzio assordante in merito.

E non nasce un nuovo umanesimo.

Un umanesimo migliorista e non evoluzionista nel senso che queste tecnologie siano da un lato disponibili a tutti e dall’ altro limitate.

Ad esempio?

Puoi salvarti la vita una sola volta con quel tipo di trapianti.

Lo sentiamo quanto è assordante il silenzio?

 

——————-

Nota Editoriale: Le Ideamovers

LocGlob analizza ogni giorno più di 12000 fonti tutti-partisan selezionate da un infoaggregatore unico al mondo, Inputrends,che ne monitora 80000.

Questo perchè siamo consci che il vero potere non risieda nella informazione ma nella comprensione delle cose.

Le Ideamovers, ovvero le 10 Rubriche, del Palinsesto di LocGlob

Settimane 1 e 3 del mese

Lunedi´:Economia Positiva

Martedi´:Benessere

Mercoledi´: Fashion Consapevole

Giovedi´: Design Vivibile

Venerdi´: Travel Eclettico

Settimane 2 e 4 del mese

Lunedi´: Motori, Cultura e Lifestyle

Martedi´: Food Intelligente

Mercoledi´: The Uprising: la Rivolta Sostenibile e Resiliente

Giovedi´: Tecnologia Sostenibile e Resiliente

Venerdi´: Citta´da Vivere

Alle 6 del mattino dal Lunedi’ al Venerdi’ : Meta-analisi

 

Dal Lunedì al Venerdì alle 20: CLicks on the World, le 40 migliori analisi del giorno su Geopolitica, Economia, Lifestyle

Ogni Sabato il Supplemento Settimanale

Ed anche COMPENDIUM CLicks on the World, ovvero le 280 migliori analisi al mondo della settimana

Locglob si sviluppa grazie alla metodologia di gestione aziendale e project management olistico per la economia positiva nota come Leverage Cognitive Power che trovate clickando qui.

©2017