(1/3) Viaggio Fisico: Newgrange, Irlanda

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Il nostro viaggiare eclettico oggi ci porta in 3 luoghi:

Viaggio Fisico: Newgrange, Irlanda pubblicato alle 12 e 15

Viaggio Emozionale: Alberi che lasciano il segno nel tempo pubblicato alle 17 e 15

Viaggio Cognitivo: Tokyo, Office of Rue Nishizawa pubblicato alle 20 e 30

Le finestre nelle loro molteplici forme, da quelle di un edificio a quelle nella forma dei monitor dei tablet, sono compagne di viaggio. Anzi ci consentono di viaggiare.

Siamo circondati dalle finestre ad un punto tale che non ci rendiamo conto che possono esserlo anche se non hanno questa forma.

I quadri sono finestre ma non solo.

I finestrini degli autoveicoli, degli aereomobili e gli oblo´delle navi pure.

Ma anche gli schermi dei televisori e quelli del cinema come pure le radio.

Ed i libri.

E quindi non ci stupiamo se ci inseriamo i monitor con cui viviamo la parte digitale della nostra quotidianita`. Quindi anche i monitor dei computer da tavolo, poi dei portatili ma anche quelli di net-top, tablet e smartphone senza, ovviamente, dimenticare i visori per la realta´aumentata come pure quelli per la realta´mixata.

Ma ed alla fine della fiera anche le porte lo sono con la sfumatura sensoriale che le attraversiamo e nel farlo accade che sia l´entrare che l´uscire sfumino nella esperienza pratica dato che il tutto si realizza con un evento in sincronia.

Ovvero allo stesso tempo ed allo stesso modo nello stesso spazio si entra ed esce. O se preferiamo si esce ed entra.

Ah, non dimentichiamo gli specchi che alla fine sono quadri mutanti a seconda di quelllo che percepiamo come immagine.

Ma alla fine di cosa stiamo parlando?

Di finestre nel mondo. O meglio dal e sul mondo come vedremo.

E perche´parlarne nel contesto di una rubrica sui viaggi?

Perche´appunto ci consentono di viaggiare.

Ed e´appunto quello che faremo vedendo luoghi fisici del mondo da visitare come se li guardassimo da una delle tante tipologie di finestre di cui e´piena la nostra quotidianita´.

Oggi andremo in Irlanda a Newgrange.

E vedremo una delle piu´antiche e grandi tombe della antichita´. Gli addetti ai lavori la chiamano camera di sepoltura e noi possiamo anche pensarla, vista ovviamente da un qualche tipo di finestra, come un tempio alla speranza di vita dopo la morte.

Immaginiamo di vederla mediante i finestri del mezzo, una auto od un pulman, con cui arriviamo al sito archeologico.

Siamo di fronte ad un luogo che e´patrimonio universale dell´Unesco anche se, a dire il vero, questa definizione inizia ad essere un pochino troppo diffusa per significare qualcosa in termini di unicita´.

Osservando la camera di sepoltura arrivandoci vicino da un automezzo quello che colpisce dalle finestre del medesimo e´che chi ha pensato a questo edificio ha voluto che la maggior parte del tempo passato ad osservarlo colpisca la immaginazione impiegandola a pensare alla fase successiva.

Ovvero ad una vita dopo la morte.

Da un punto di vista archeologico e´indubbiamente uno dei migliori esempi di tomba a corridoio esistenti in Europa e la sua bellezza unita allo stato di conservazione ne fanno una meta turistica per chi viaggia in Irlanda e vuole percepire l´Alimento Padre delle Emozioni di un immaginario celtico sfumato nella leggenda.

Abbiamo di fronte a noi un tumulo di pietra e terreno ricoperto di erba alto 11 metri al cui interno un passaggio stretto rivestito di lastre lavorate porta al luogo della sepoltura.

Il tutto si dilata nella emozione se si pensa che durante il solstizio di inverno, ovvero il 21 dicembre, un raggio di luce attraversa tutto il corridoio fino alla camera di sepoltura.

Un effetto scenografico voluto che rammenta il legame tra la morte e la vita dopo di essa nella forma di questo raggio che come una scala di luce che unisce la terra con il cielo.

Una percezione attraverso la porta di ingresso, che in questo caso assurge a finestra che ci apre ad un nuovo mondo, magnificata dalle bellissime incisioni sulle pareti che venerano il sole.

Vedendola da questa finestra, la porta di ingresso al corridoio, mentre i nostri occhi sono persi tra il raggio di luce e le magnifiche incisioni accade che il nostro spirito si allontani per farci viaggiare nel viaggio .

Lo fa autonomamente da noi dato che il vero paesaggio visto da quella finestra alla fine non e´ quello del corridoio pieno di incisioni ed illuminato ma quello che percepisce il nostro spirito entrando nel mondo delle suggestioni che ci siamo creati intorno alle leggende ed alle storie di Irlanda.

Il vero viaggio, quindi, in cui ci distraiamo e´quello della vista meravigliosa dei nostri pensieri che  trovano forma fisica in un tempo e luogo in Newgrange.

Pertanto attraversiamo questa finestra che e´la porta di ingresso seguendo le parole dei disegni delle incisioni che, a questo punto, grazie al nostro viaggio in noi stessi comprendiamo anche se non conosciamo la lingua di chi le ha incise.

Arriviamo quindi nella tomba vera e propria dopo aver attraversato un corridoio di 21 metri dove troviamo degli ampi bacini di pietra in una camera che di dirama su 3 direzioni e che e´ricavata con maestria architettonica dentro una struttura da 200000 tonellate .

Un neolitico in cui si fondono pietre e quarzi lavorati

Il luogo che contiene le ceneri di 5 persone di alto rango per la comunita´che ha eretto questa apoteosi della vita dopo la morte.

La camera mortuaria poi e´circondata da un altro luogo che merita il nostro viaggio come turisti.

Sono i 97 megaliti che la circondano di cui il piu´grande ed emozionante e´quello che apre una finestra sull´interno agendo come porta di entrata.

Siamo dentro ad una opera di ingegno pensata per soddisfare la domanda atavica di una divinita´che e´400 anni piu´vecchia delle piramidi in Egitto.

Ma che in un altro tempo ed luogo esprime la stessa necessita´.

Quale?

Aprire una finestra sul dopo della nostra morte per avere un luogo in cui cercare le risposte in una vita che da sempre e´affacendata nel quotidiano.

 

Nota Editoriale

LocGlob analizza ogni giorno più di 12000 fonti tutti-partisan selezionate da un infoaggregatore unico al mondo, Inputrends,che ne monitora 80000.

Questo perchè siamo consci che il vero potere non risieda nella informazione ma nella comprensione delle cose.

Le Ideamovers, ovvero le 10 Rubriche, del Palinsesto di LocGlob

Settimane 1 e 3 del mese

Lunedi´:Economia Positiva

Martedi´:Benessere

Mercoledi´: Fashion Consapevole

Giovedi´: Design Sostenibile

Venerdi´: Travel Eclettico

Settimane 2 e 4 del mese

Lunedi´: Motori, Cultura e Lifestyle

Martedi´: Food Intelligente

Mercoledi´: The Uprising: la Rivolta Sostenibile e Resiliente

Giovedi´: Tecnologia Sostenibile e Resiliente

Venerdi´: Citta´da Vivere

Ogni Sabato il Supplemento Settimanale

Ogni giorno una analisi in 2 o 3 puntate pubblicate alle 12 e 15, 17 e 15,  20 e 30 e replicate nelle 24 ore.

Locglob si sviluppa grazie alla metodologia di gestione aziendale e project management nota come “Leverage Cognitive Power” che trovate clickando qui .