Automobili con antivurs

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Le auto sono il bene piu´costoso nella vita delle persone dopo gli investimenti per la casa, la istruzione dei figli e , se serve, quelli per curarsi.

Non e´quindi un caso se le industrie degli immobili, della istruzione e della sanita´insieme a quella delle auto sono tra quelle cardine per la economia di una nazione.

Di certo sono quelle che, a pensarci, bene danno vita ad impianti con tante persone che ci lavorano riunite in un unico luogo.

Il senso di questo parole e´semplicemente quello di evidenziare la importanza delle auto, dei motori nella nostra vita.

Economicamente come abbiamo visto ma anche culturalmente e nel nostro lifestyle.

Ed ovviamente tecnologicamente ed oggi parliamo di tecnologia nel mondo dei motori.

La tecnologia che rende piu´sicure il vivere le nostre auto.

Una tecnologia particolare come quella degli anti-virus.

Andiamo con ordine.

Da un decennio la nostra realta´giorno dopo giorno sempre piu´dual, ovvero una realta´composta da una dimensione fisica ed una digitale che si fondono e sinergizzano sovrapponendosi cosi´nel profondo che oramai il confine non e´piu´netto e nemmeno rintracciabile da tempo.

La nostra realta´digitale possiamo sintetizzarla pensando all´ Internet delle Cose e quindi pensare che in gran parte la viviamo grazie a delle Apps.

Ovvero della applicazioni sotware che, all´interno dell´Internet delle Cose, ci consentono di essere in costante collegamento con gli hardware nella nostra vita.

Ed ovviamento consentono a questi hardware non solo di essere in costante contatto con noi ma anche fra di loro.

E questo accade anche con un hardware particolare che chiamiamo automobile.

E quando usiamo una automobile sono 3 le cose che ci interessano.

Il confort e questo ci porta nel mondo del design che tratteremo in maniera estensiva in questa rubrica.

Le prestazioni in termini di resa del motore dai consumi a quando vogliamo guidare ed in questa rubrica parleremo anche di questa dimensione.

E la terza “cosa” che ci interessa e´relativa alla sicurezza.

La information technology e´sempre piu´parte delle nostre auto e con essa diviene inevitabile che la cybersecurity sia sempre piu´importante anche per la nostra sicurezza alla guida.

In una frase: la cybersecurity impatta anche sulla nostra vita o morte quando guidiamo.

Ma non drammatiziamo ovviamente ed andiamo nel dettaglio con lo stile analitico- divulgativo che ci contraddistingue.

Iniziamo con un dato sui massimi sistemi automobilistici che ci aiuta sia ad introdurci al nostro argomento che ad avere una idea dei reali volumi in gioco.

Per il 2020 almeno 250 milioni di autromobili saranno connesse con le varie opzioni dell´Internet delle Cose.

Ovvero,  in media, ogni 28 abitanti di questo pianeta ci sara´un veicolo collegato sempre all´Internet delle Cose.

In pratica veicoli sempre connessi con noi e noi con loro.

Ma anche tra di loro per renderci la guida piu´sicura informandosi a vicenda in automatico su dove sono e cosa fanno.

Ed ovviamente anche con altre realta´ dal produttore per tenere sotto controllo il veicolo nel contesto del programma di garanzia a chi usera´per il marketing il nostro tracciato con un sistema satellitare Galileo o GPS. Ed altro ancora come, per esempio, il nostro frigorifero che ci informera´con un messaggio captato dalla nostra auto mentre viaggiamo che non abbiamo piu´latte in case.

E, per inciso, non stupiamoci se lo fara´proprio mentre siamo nelle vicinanze di un centro commerciale dove un negozio vende il latte che beviamo di solito e dove siamo iscritti nel social network del produttore per avere delle dritte sulla nostra alimentazione.

Eh si, questa e´ solo e semplicemente la dimensione digitale della nostra realta´.

Comprendiamo quindi come sia fondamentale che chi fruisce dell´universo culturale e di lifestyle gravitante intorno ai motori sia ben conscio di quanto sia importante la information security che si traduce in cybersecurity dato che tutto si dipana nelle dorsali digitali di Internet.

Non stupiamoci quindi se tra breve nei pacchetti dei nostri anti-virus per tablet e computer troveremo dei prodotti e delle applicazioni pensate a difendere anche la dimensione informatica della nostra automobile.

Kaspersky, Norton, MacAfee, Microsoft,  solo per citare delle aziende, stanno attivamente lavorando con le cause automobilistiche come pure con le varie aziende coinvolte nella catena produttiva dell´automotive in tal senso.

Il tutto finalizzato ad eliminare le finestre di vulnerabilita´dei contenuti di information technology delle nostre automobili.

Un paio di esempi su tutti.

Poche settimane fa abbiamo assistito ad un ennesimo attacco hacker finalizzato a ricattare le aziende bloccando i loro sistemi per poi chiedere dei bitcoin in pagamento.

Immaginiamo una mattina che quando digitiamo la chiave elettronica della nostra auto la porta non si apre ed in contemporanea sentiamo il beep di un sms. Sorpresi per il fatto che la nostra automobile non si apra ed incuriositi dal contemporaneo messaggio pervenuto da un mittente ignoto sara´naturale che lo si legga.

Per poi scoprire che se non effettuamo un pagamento la nostra auto non si apre.

Ed ovviamente quel giorno non saremo i soli ad vivere questa simpatica esperienza.

Oppure immaginiamo di essere tranquillamente in autostrada.

Il traffico e´scorrevole sebbene vi siano automobili, moto e cammion e noi viaggiamo alla massima velocita´consentita.

E come noi gli altri dato che, come abbiamo detto, il traffico e´scorrevole.

Poi ad un certo punto la nostra auto sterza.

Ma noi non la guidiamo.

Ed anche gli altri veicoli iniziano a sterzare od a frenare sebbene non siano guidati in questo da chi al volante.

Non da chi al volante ma da un hacker davanti ad una tastiera.

E cosi´ci troviamo coinvolti in un incidente che puo´anche costarci la vita.

E per inciso la nostra assicurazione ci copre in questo caso?

In un mondo in cosi´rapida evoluzione anche le polize si devono adeguare e le societa´assicurative chiederanno ai produttori che vi sia cybersecurity sui veicoli.

Ma la chiederanno anche a noi sottoscrittori delle polize, ovvero?

Se oggi avere antifurti, telecamere ed altra sorveglianza consente di avere dei congrui sconti per una assicurazione sui furti in un domani molto prossimo installare dei sistema extra di cyber-difesa avra´lo stesso effetto benefico sulle nostre polize.

Non stupiamoci quindi se a breve dovremo preoccuparci anche di aggiornare l´antivirus delle nostre automobili sempre piu´connesse con noi e con il mondo.

Il problema e´chiaro ma anche le soluzioni non mancheranno.

E poi il resto sara´solo e sempicemente un guidare con la testa sulle spalle.

Nota Editoriale

LocGlob analizza ogni giorno più di 12000 fonti tutti-partisan selezionate da un infoaggregatore unico al mondo, Inputrends,che ne monitora 80000.

LocGlob è numero uno sul mercato editoriale online in 8 sezioni tematiche che vanno dalla economia sostenibile al design ed al fashion sostenibile come pure il turismo eclettico ed il food intelligente.

Locglob si sviluppa grazie alla metodologia di gestione aziendale e project management nota come “Leverage Cognitive Power” che trovate clickando qui .  

Una metodologia per sviluppare mercati sia tradizionali che online in tutto il mondo.

Abbiamo pensato ad un approccio nuovo sulla scena informativa mondiale offrendo ogni giorno un approfondimento con una analisi che pubblichiamo nel corso della giornata in 2 o 3 episodi.

Ogni giorno iniziamo alle 12.e 15 per poi pubblicare il secondo episodio alle 17 e 15 se se ve ne fosse un terzo alle 20 e 30.

Questo perchè siamo consci che il vero potere non risieda nella informazione ma nella comprensione delle cose.