Nucleare Coreano: regime instabile?

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Il fratellastro del Presidente della Corea del Nord è stato ucciso da due donne con uno spray velenoso a Kuala Lampur nel febbraio del 2017.

In un momento di elevata tensione con la Corea del Nord è bene tornare a riflettere su questo evento.

Chi? Agenti segreti nord Coreani? Banale ma possibile.

Mafie internazionali che in nord Corea sono uno stato nello stato, ovvero uno dei poteri forti o meglio not state actors di cui parliamo in Locglob nel contesto di Komplottego? Mafie internazionali che in Nord Corea fanno affari d’ oro se non di platino. Banale, ma possibile.

Private Security Forces, un altro not state actors, agenti come esercito privato di uno degli interessi economici operanti nella zona industriale a regime capitalistico in Nord Corea? Anche questo possibile come pure banale.

Agenti Cinesi? Banale pure questo ma anche possibile.

Ma anche agenti Russi, Giapponese ed Americani. Oh come è banale questo mondo così prevedibile e senza fantasia.

Ma se ne parla poco, ah ecco il primo dato interessante che spiega il senso di vari “banale”  usati prima.

Locglob è la sola realtà editoriale in Italia che parla di poteri forti con un approccio accademico con la credibilità e la esperienza che gli deriva dall’ avere creato una rubrica sui complotti in Appeal Power che come vedete  clickando qui è la numero 1 al mondo.

Se ne parla poco dato che la bomba atomica rende le cose più complicate ma non complesse dato che il vero problema è un altro e si chiama supply chain, ovvero logistica.

Ci arriviamo per gradi iniziando a parlare della valenza strategica della bomba atomica.

Tutta la Terza Guerra Mondiale , (1945 – 1991), è stata combattuta usando dei proxy ,(ovvero per procura), od in teatri periferici e non in Europa e sul territorio Americano grazie alla distruzione  reciproca assicurata mediante un attacco nucleare.

I proxy erano il terrorismo comunista e fascista in Europa, i movimenti rivoluzionari comunisti e fascisti in centro e sud America coem pure in Africa e le varie fazioni armate Palestinesi in Medio Oriente. Mentre le guerre periferiche vanno dalla Corea all’ Afganistan. A questo aggiungiamo atti di imperialismo in Ungheria e Cecoslovacchia.

Durante la Terza Guerra Mondiale solo quattro nazioni avevano la bomba atomica. Il Sud Africa ne fece esplodere una ad inizi anni ’70 ma non se ne dotò mai.

Le 4 nazioni erano: Unione Sovietica, Stati Uniti, Francia e Regno Unito.

E non è un caso che siano ancora oggi le sole quattro nazioni in grado di scatenare una apocalisse nucleare.

India, Pakistan, Cina, Israele, Nord Corea , ovvero gli altri detentori della bomba atomica non possono farlo dato che il loro arsenale è palesamente insufficiente per essere credibile contro quello delle vere 4 potenze nucleari.

Perchè palesemente insufficiente?

Con 2 o 3 teste nucleari la Corea del Nord di certo non può minacciare che ne ha centinaia. Può provare a lanciarle e non è detto che arrivino sul bersaglio ma poi ci sarebbe la ritorsione nucleare totale dato che non dispone di deterrente.

Ritorsione nucleare totale? Per capirci un sottomarino nucleare Francese,  Britannico, Russo od Americano da solo può lanciare decine di ogive sulla Corea.

Lo stesso dicasi degli altri paesi. Compresa la Cina il cui arsenale nucleare è anche datato.

Lo stesso dicasi per nazioni come la Germania od Italia che,al pari di altre, sono classificate nella categoria delle nazioni che hanno il potenziale tecnologico, industriale , di materiale nucleare per arrivare ad una bomba in 6 mesi se ci fosse la volontà di un governo. Innescando così una corsa alla bomba atomica in Europa come descritto in un altro articolo.

Il nucleare Nord Coreano è una minaccia solo per la Corea del Sud dato che può annichilire Seul e fare decine di migliaia di morti.

E da qui una invasione. Invasione che mette in crisi il potenziale industriale Coreano e con esso la caten logistica mondiale generando problemi a dir poco immensi.

Sulla catena logistica mondiale integrata si rimanda a 3 articoli in Locglob che trovate qui.

Ed è questo il vero danno a cui se ne unisce uno politico.

Ovvero gli Stati Uniti entreranno in guerra dato che la Corea del Nord violerebbe la situazione di armistizio in corso.

Per capirci un esempio. Come ben sanno ma non vogliono dire i professionisti dell’ anti-Americanismo abbiamo che Washington non firma il trattato per il divieto delle mine anti-uomo perchè i campi minati sono un elemento chiave della deterrenza contro una invasione dalla Corea del Nord.

Il resto è retorica di chi dell’ essere anti-americano protetto dalla Nato ha fatto una lucrosa professione.

Quindi torniamo all’ inizio del nostro articolo dove ci si chiedeva chi avrebbe avuto interesse ad uccidere il fratellastro del dittatore della Corea del Nord?

Tutti e nessuno nel senso che si fondono interessi contrastanti e relativi equilibri e pertanto è “banale” cercare una sola pistola fumante.

Quindi?

Più che il “chi” quello che conta è il “perchè”.

Perchè?

Perchè il regime è meno saldo di quanto appaia pochi giorni dopo un ennesimo test missilistico.

Ed il fratellastro poteva essere un successore portato in palmo di mano da golpisti aiutati da alcune delle forze sopra indicate.

Altre per ora si sono rivelate più forti e lo hanno ammazzato.

Ma a quando la prossima mossa?

Ed i rischi sono chiari come abbiamo visto.