Storytelling: LE EMOZIONI SONO I FATTI PIU´VERI (2/2)

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Nella prima parte di questa analisi abbiamo introdotto il concetto di Experience Governance.

Goverance quindi e non solo semplice brand management e per capire la differenza pensiamo ad un dato Italiano che  la evidenzia tristemente.

In Italia, infatti, solo il 32 percento degli amministratori delegati sente di dover rappresentare gli interessi degli acquirenti.

Ovvero delle Persone che comprano i loro prodotti e gli pagano lo stipendio quando lo fanno.

Per questo il 68 per cento degli amministratori delegati Italiani pensa come un manager di medio livello che si arrabbatta nel creare una customer experience basata sugli effetti speciali di qualche slogan magari con testimonial.

Ovvero crede in una comunicazione nel breve termine e considera il mondo come un qualcosa di complicato.

Il mondo e´invece complesso e la Experience Governance si basa sul costrutto di una narrativa la cui eleganza emozionale genera delle Comunita´di Persone e non dei banali target.

Comunita´connesse con Universi Emozionali come ci domostra il Leverage Cognitive Power di cui parleremo dopo.

E´triste rilevare che il 68 per cento degli amministratori delegati Italiani si concentri troppo sui virtuosismi del prodotto fine a se stessi e trascuri il cuore e la mente delle persone.

E quando non rappresenta gli interessi delle Persone che comprano si esce da una visione di tipo Prosumerzen per finire col divenire dei perdenti.

Perdenti?

Un dato su tutti per cpaire come il marcato da sempre voti non comprando o comprando.

Negli ultimi 3 anni le aziende Italiane quotate al FTSE MIB che sono presenti tra le prima 50 che hanno questo approccio basato sulla Experience Governance sono cresciute in meida del 24 e 2 percento mentre le atlre sono rimaste ad una media del meno 0 ed 1 percento.

Ma come si arriva alla Experience Governance?

Grazie alle 3 dimensioni emozionali ed alle 7  varibili olisitiche del Leverage Cognitiva Power sul cui dettaglio rimandiamo clickando qui.

Ed agendo in termini di Leverage Cognitive Power non possiamo non credere al quarantaquatrenne Ian Rogers che cura lo sviluppo digitale di LVMH che e´la piu´grande holding del lusso al mondo.

Rogers dice che il luxury shipping online non esiste ancora e per questo LVMH investira´nei prossimi 5 anni per crearlo.

Concordiamo in parte se pensiamo a realta´come Ynap, FarFetch,Prosumerzen , solo per citare alcune tra le piu´all´avanguardia, che in vari modi generano il trend.

Ma concordiamo completamente con Rogers quando dice che non si tratta di una rivoluzione tecnologica ma di una evoluzione culturale verso il dual.

Ovvero verso la realta´che e´un dual composto dalla sinergia di realta´fisica e di realta´digitale.

Un paio di dati concreti par aprire uan parentesi esplicativa.

Il primo dato ci dice che da almeno un anno i visori per la  realta´aumentata si torvano a 50 euro sulle bancarelle di una small town come Cuneo. Ovvero oramai sono la normalita´che si indossa sulle montagne Russe  a Gardaland per fare un giro piu´emozionati.

Il secondo dato ci racconta che 35 anni fa Jane Fonda invento´il training atletico mediante il video.

Non usava Internet ma le videocassette e ne vendette 17 milioni.

Quindi chi oggi definisce come Coaching 2.0 il fatto che ci siano 106 milioni di followers registrati sui siti delle star del video fitness ricade nuovamente in un patetico errore come quello descritto prima parlando di chi sembra non conoscere cosa sia il prosumer e la protesta dei consumatori da decenni.

Questo perche´questi 106 milioni di followers partono dai 17 milioni che  35 anni fa comprarono la videocassetta di Jane Fond e quindi e nuovamente si tratta non di innovazione me ma di evoluzione e consolidamento di un processo decennale.

E questo ci porta a pensare che le Persone siano stanche di porte digitali, ovvero di banali negozi , e cerchino invece degli Universi Emozionali Condivisi.

Da una videocassetta comprata con la pubblicita´sui giornali in carta o dopo averla vista in televisione ad uno streaming in un sito non si cerca una porta fisica o digitale che sia per comprare ma un universo di emozioni da condividere.

Peranto la visione deve essere resiliente per convincere che una emozione sia sostenibile.

Resiliente?

Si in quanto basata su una filosofia in cui la Comunita´di Persone percepisce un universo emozionale condiviso in cui:

  • Gli amministratori delegati si preoccupano dei Consumatori
  • E nel farlo agiscono da Produttori sostenibili
  • Perche´si ricordano di essere dei Cittadini responsabili.

Ovvero per dirla con una parola: un mondo Prosumerzen.

Nota Editoriale

LocGlob analizza ogni giorno più di 12000 fonti tutti-partisan selezionate da un infoaggregatore unico al mondo, Inputrends,che ne monitora 80000.

LocGlob è numero uno sul mercato editoriale online in 8 sezioni tematiche che vanno dalla economia sostenibile al design ed al fashion sostenibile come pure il turismo eclettico ed il food intelligente.

Locglob si sviluppa grazie alla metodologia di gestione aziendale e project management nota come “Leverage Cognitive Power” che trovate clickando qui .  

Una metodologia per sviluppare mercati sia tradizionali che online in tutto il mondo.

Abbiamo pensato ad un approccio nuovo sulla scena informativa mondiale offrendo ogni giorno un approfondimento con una analisi che pubblichiamo nel corso della giornata in 2 o 3 episodi.

Ogni giorno iniziamo alle 12.e 15 per poi pubblicare il secondo episodio alle 17 e 15 se se ve ne fosse un terzo alle 20 e 30.

Questo perchè siamo consci che il vero potere non risieda nella informazione ma nella comprensione delle cose.