Mangiare per essere Gnocca: la DIMENSIONE OLISTICA DELL’ ESSERE GNOCCA (2/2)

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Ieri abbiamo visto che essere una vera gnocca non è solo una questione di body ma del sapere conseguire un equilibrio tra corpo, mente e spirito.

Essere quindi una persona matura in grado si guidare la propria vita.

Una persona Seihai, ovvero una persona che ha in quanto è!

E pertanto non una immatura Haisei, ovvero una persona insicura che è in quanto ha e si perde rincorrendo una moda dopo l’ altra.

Il food ha una parte importante in questo dato che il mangiare non ha solo una dimensione fisiologica ma anche e sopratutto una emozionale.

Le scelte alimentari che facciamo non sono solo una lista di proteine e minerali per soddisfare un bisogno fisiologico ma sono innanzitutto una dimensione culturale.

Una filosofia di vita e con essa un appagamento ed arricchimento mentale e spirituale.

Ovviamente quando si parla di idee alimentari per raggiungere uno scopo la serietà impone di ricordare sempre a chi legge di NON fare affidamento sulle nostre parole come fossero la verità rivelata.

Ma di fare mente locale su se stessi e soprattutto di consultare sempre un medico prima di iniziare un regime alimentare.

Un regime alimentare che sia idoneo ai reali bisogni del nostro organismo e che ci viene suggerito da un medico alla fine si caratterizza sempre per due componenti base.

La prima è quella di essere un semplice piano di prescrizioni da seguire e quest è la componente semplice.

Quella difficile è poi che si deve essere coerenti con quanto si deve fare.

Una dieta mirata a potenziare la componente fisica della vostra bellezza al fine di rendervi gnocca deva anche soddisfare quella mentale e quella spirituale.

Quella mentale nel senso che  deve rispettare i vostri parametri culturali e quindi includere od escludere certi alimenti.

Quella spirituale in quanto il cibo deve attivare in voi emozioni.

Il tutto si traduce in una frase chiave: la alimentazione deve creare un habitat per la bellezza che si manifesta fisicamente come appagante per le sue 3 dimensioni, (mente, corpo, fisico).

La vera bellezza si alimenta di diverse forme di cibo che soddisfano il corpo m anche la mene e lo spirito ed il food per soddisfarle tutte deve avere una sua grazia strutturale.

Una grazie che  sviluppa  gli habits per essere non solo bella, (ovvero notata), ma anche gnocca, (ovvero saper attrarre per poi donare bellezza).

Analizziamo qui i componenti chiave che dobbiamo sempre considerare lasciando poi ad un consulto con un medico la definizione del come tradurli in alimenti e bevande.

Possiamo definire 4 elementi chiave.

Il magico mondo della clorofilla.

Un supporto alimentare alla vostra bellezza che non consideri i poteri nutrizionali e curativi dei cibi verdi e ricchi di clorofilla è semplicemente impensabile.

Gli alimenti ricchi di clorofilla hanno proprietà curative senza parti e quindi non si può non mangiarli almeno una volta la giorno.

Ma oggi possiamo anche berli ed estrarli come succo è altrettanto utile e salubre come abitudine alimentare.

Siamo infatti composti in gran parte di liquidi come lo è la nostra madre terra e forse non è un caso in termini di equilibrio energetico tra il nostro ecosistema personale e quello ecologico.

Quindi un secondo elemento chiave è il bere.

Acqua , acqua ed ancora acqua come compagna costante della giornata.

Il terzo elemento fondamentale è la giusta combinazione non solo degli alimenti ma anche di come vengono mangiati.

Iniziare sempre con alimenti leggeri e poi aumentarne la corposità nel corso della giornata.

Ed in questo contesto è bene che si mangi un cibo cotto solo una volta al giorno a patto che sia sempre e rigorosamente accompagnato da una fonte di clorofilla sia essa solida come  contorno o liquida come succo estratto.

E gli alcolici?

Questo ci introduce al quarto elemento.

Se desiderate berli allora che siano almeno salubri.

Quindi parliamo di un vino organico e libero da solfati.

Ovviamente sempre in modo moderato ed in questo caso sono un aiuto in quanto capaci di fornire antiossidanti.

Ma se cercate degli anti ossidanti allora è meglio focalizzarsi su del cacao e quindi prendete del cioccolato il più puro possibile.

Il cioccolato fornisce un apporto di antiossidanti che aiutano il cuore maggiore del vino.

Se partiamo dal considerare gli elementi chiave in questo modo allora  scopriamo che quando si trasformano in cibi e bevandi consigliati da un medico li viviamo non come costrizioni ma bensì come utili strumenti.

A questo punto ci fermiamo per rispetto di chi ci legge.

Non crediamo che fornire una dieta standard serva a qualcosa se non ad aumentare i click generando audience.

Ma se facessimo questo quello che guadagniamo in audience lo perdiamo in termini di serietà professionale e di RISPETTO nei confronti di chi ci legge e quindi preferiamo evitare questi mezzucci poco seri ed invitarvi ad andare da un bravo medico.

In questa analisi in due puntate abbiamo voluto innestare il food in un qualcosa di più ampio dato che il cibo è sia Cultura con la “C” maiuscola che alfabeto sociale.

E nel farlo sottolineare che la bellezza se solo fisica non è bellezza.

Può sicuramente non far passare inosservate ma la vera gnocca è la donna che sa armonizzare le 3 dimensioni sinergiche della bellezza.

E queste 3 dimensioni devono sempre essere presenti o non è nulla.

Mente, fisico e spirito generano fascino e creano uan bellezza proattiva che  è in grado di donarsi agli altri e di fare la differenza.

Essere gnocca vuol dire avere una visione olistica della bellezza come persone a contribuire al bello del mondo