Crozza e la supercar da 200.000€

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Siamo solidali con Crozza per il ricorrente tormentone su una macchina di lusso da 200000 euro che dovrebbe possedere quando invece non possiede.

Siamo anche solidali con Di Maio e Di Battista dato che nel gossip elettorale tra un pò gli faranno presente che hanno denunciato 98000 euro di redditi,ovvero circa due volte quello che dovrebbero prendere con la autoriduzione dello stipendio. Il reddito aggiuntivo ha sicuramente una origine legittima che per Di Battista può essere legata ai legittimi introiti per il libro e per Di Maio a quelli non meno legittimi per la sua attività di webmaster.

Quindi soldi legalmente guadagnati per attività legittime e denunciati e quindi su cui vengono pagate delle tasse.

Ovvero nulla di cui parlare dato che non vi è nulla di cui parlare su questo.

Perchè siamo solidali?

Perchè questa è solo ed esclusivamente ipocrisia da parte di chi ha una invidia per il successo sociale ed economico di queste come di altre persone.

Una buona volta cerchiamo di capire di cosa parliamo.

Crozza è il migliore showman in Italia quando si parla di satira.

Al contrario di altri non scade mai nel volgare e nel violento e questo è un dato di fatto unico ed apprezzabile in una Italia dove la sciatteria , la volgarità e la ignoranza sono gli ingredienti base di editoriali e talk show riempiti dai sempre soliti “magici 40 personaggi” che girano e rigirano più volte al giorno.

Si può non concordare ma non si può dire che sia  volgare ed ignorante.

Con le sue trasmissioni Crozza ottiene almeno 3 cose importanti.

La prima è il creare un momento di divertimento per milioni di persone.

La seconda è il far riflettere sia che ci si trovi o  meno concorde con quanto dice.

Le terza è il il creare lavoro per le decine di persone  che gravitano intorno alla produzione delle puntate.

Pertanto questo spiega abbondantemente il fatto che percepisca un elevato compenso per il suo lavoro.

Un compenso meritato.

Un compenso che gli dà il diritto di comprarsi in maniera onesta tutte le automobili di lusso che vuole.

Che strano che nessuno rimproveri ad attori , politici o sportivi il fatto di guidare auto di lusso.

Invece si ritrova attaccato per questa che è chiaramente una minchiata e ci scusiamo con i lettori per aver usato questo termine preso dalla teologia.

La verità è una altra ed è il livore da invidia di chi vorrebbe avere lo stesso successo sociale ed economico.

Livore che  scatena contro Cozza ammantandosi di vuote parole su pauperismo e simili.

E questo ci porta ad una riflessione più ampia sull’ Italia.

Viviamo in una inconsistenza imperante in cui la sciatteria e la approssimazione vengono spacciate per creatività.

La creatività è rigorosamente figlia del combinato disposto di competenza e fantasia.

La competenza consente di arrivare al limite di quanto al momento fattibile e la fantasia in quel momento consente il salto che permette di arrivare oltre e spostare il confine del fattibile generando appunto un qualcosa di creativo.

Viviamo in una Italia in cui gli studenti universitari non sanno leggere e scrivere compiutamente persi nella falsa arroganza di conoscere tutto dato che basta digitare su un motore di ricerca e poi una enciclopedia digitale ci dice tutto di tutti in 4 righe.

Informazioni, forse, ma mai comprensione e quello che conta non è sapere le cose ma comprenderle.

Questo livore ingiustificato contro Crozza per il suo successo economico e sociale è solo un sintomo di ben altro.

La punta di un iceberg di sciatteria inconsistente in cui ci avvitiamo.

Iniziamo da subito a disinnescare questo culto della sciatteria non dando peso a questi commenti e questo vuol dire evitare di dare likes.

Senza likes questi macellai mediatici muoiono persi nel loro nulla ed in questo paese inizia a tornare l’ ossigeno del  confronto basato su idee e fatti e non su invidia e sciatteria.

Iniziamo questo rivoluzione, uprising sostenibile resiliente?

Dipende solo da noi farlo o non farlo.

 

Nota Editoriale:

Oggi,come ogni giorno, pubblicheremo altri due articoli alle 15.30 ed alle 18.00. Parleremo alternando gli argomenti di economia positiva, geopolitica umana, turismo eclettico,  food intelligente , fashion e design sostenibile, arte e cultura. 

alle 15 e 30  Vincere contro il terrorismo e PERDERE contro il terrore (1/9)

alle 18 Stress: malattia psico-fisica

Con orgoglio Vi informiamo sul fatto che 5 nostre rubriche sono numero al mondo nei loro settori tematici.