I robot coltivano l’ insalata

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Spread, un’ azienda agricola Giapponese,ha iniziato la costruzione di un impianto che sarà operativo per la metà del 2017 in cui saranno dei  robot a coltivare diversi tipi di insalata raddoppiando la produzione ed incrementando la sostenibilità del processo produttivo con un migliore uso delle risorse energetiche ed idriche.

Cosa e’ stato innovato ?

L’ innovazione di processo nell’ impianto di Kameoka si basa sul fatto che per la prima volta saranno dei robot ad occuparsi di tutto il processo dall’ inseminazione del terreno fino alla raccolta ed al ripopolamento,(re-planting),delle serre.

Spread ha concepito questa innovazione di sistema nella produzione operando a due livelli.

Il primo livello è la costruzione di robot in grado di occuparsi di tutte le operazioni della filiera produttiva sostituendosi all’ uomo.

Il secondo livello è la ristrutturazione degli spazi in modo di consentire ai robot di operare. Un elemento importante in questa ristrutturazione sarà il poter cambiare il tipo di illuminazione implementando un particolare tipo di LED che risulterebbe problematico se vi operassero degli uomini

L’ impianto di  Kameoka si estende su una superficie di 4.400 metri quadrati di serre ed implementando questa tecnologia Spread conseguirà i seguenti vantaggi rispetto alla produzione attuale:

– produzione dagli attuali 21.000 mazzi di insalata prodotti al giorno passerà a 50.000.

– il nuovo tipo di illuminazione  ridurrà di almeno  1 / 3 i costi energetici

– il fabbisogno d’ acqua sarà gestito in maniera più sostenibile  in quanto si alzerà al 98% l’ utilizzo di acqua riciclata nel processo produttivo

– inoltre si avrà un risparmio dei costi del personale del 50%

Perche’ queste innovazioni avranno successo?

Il 25% degli agricoltori Americani andrà in pensione nel 2030 ed in media per ogni agricoltore sotto i 35 anni ve ne sono 6 sopra i 65. E la situazione non migliora in Europa, in Giappone ed altrove.

Se a questo trend demografico si aggiungono i benefici sia in termini di minore costo di gestione,( minore costo della forza lavoro), che di maggiore resa,( ad esempio l’ impianto di Kameoka raddoppierà la produzione giornaliera),come pure di una più elevata sostenibilità ambientale dle processo produttivo,(risparmio energetico ed idrico), è chiaro che questo tipo di innovazione produttiva è destinata al successo.

Spread con l’ impianto di Kemoka sta aprendo la strada ad una nuova generazione di unità produttive in cui i robot sostituiranno le persone non tanto perchè più efficienti o meno costose ma perchè,come abbiamo visto ad inizio di questo paragrafo, i trend demografici indicano che vi saranno sempre meno agricoltori disponibili.