Rivoluzione nel mondo immobiliare iniziata nel 2015

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

La start-up Londinese We Are Pop Up ha posto nel 2015 le basi per rivoluzionare il mercato dell´intermediazione immobiliare commerciale.

Un uprising, una rivoluzione nel settore immobiliare che è sostenibile quanto resilente e che consente di aprire spazi lavorativi a chi altrimenti sarebbe tagliato fuori dal mercato a cause degli oligopoli degli operatori immobiliari.

Con un´innovazione di prodotto al momento per molti versi ancora  ineguagliata ha creato un mercato immobiliare online che rende possibile trovare un immobile commerciale come se si cercasse ed utilizzasse un taxi.

Ovvero lo shop-sharing di una location immobiliare.

Cos’è stato innovato grazie a We Are Pop Up,(Wapu)?

Per comprendere pienamente la rivoluzione che WAPU sta generando dobbiamo analizzare la sua offerta sia dal lato dei proprietari degli immobili che di chi li affitta nel contesto dello shop-sharing offerto dalla società Londinese che opera a Londra, New York, Milano, Roma, Berlino, Philadelphia, Port Colborne.

A- Lo shop-sharing da lato di chi prende in affitto l´immobile commerciale:

Per chi prende in affitto e´una opportunita´unica per avere in locazione una parte di un negozio gia´avviato.

In questo modo diviene piu´rapido e meno oneroso trovate una localizzazione commerciale in un contest gia´ avviato. Essendo gia´avviato esprime il valore aggiunto di una Clientela gia´esistente che e´il mercato per testare il prodotto, l´idea a basso costo e rischio in una location di lusso.  Una volta appurato che la idea funziona in quel contesto non e´un problema allungare il periodo di affitto

Lo shop-sharing per chi cede in affitto l´immobile commerciale:

Per chi cede un immobile commerciale in locazione e´una soluzione che consente sia di mantenete lo spazio affittato affiancando a chi gia´in affitto interessato a ridurre per motivi di costi altri affittuari di aumentare lo spazio affittato integrando lo spazio per i nuovi.

In termini temporali vi e´la massima  flessibilita´dato che il proprietario puo´affittare da un giorno ad un mese fatto salvo,ovviamente, che si puo´sempre estendere il periodo.

Il tutto nel contesto di una contrattualistica che tutela le parti sia il locatore che il locatario.

L´analisi dei vantaggi per entrambe le parti dello shop-sharing si sintitizza quindi nel definire uno strumento che soddisfa i bisogni delle due tipologie di attori del mercato.

Chi desidera affittare puo´farlo trovando la massima flessibilita´sia nella location urbana che per la durata della locazione a costi inferiori rispetto alla tradizionale intermediazione immobiliare.

Chi da´in locazione ha un ulteriore canale di reddito nel contesto di solide tutele contrattuali.

Il tutto finisce con l´innovare il mercato della locazione immobiliare commerciale

Perché sta avendo successo?

We Are Pop Up,(WAPU), ha risolto i problemi che sia chi voleva affittare che chi voleva prendere in affitto non riusciva a risolvere nel contesto del mercato immobiliare tradizionale.

Infatti nessun operatore di settore era ed e´ in grado di porre in contatto da un lato i proprietari di immobili e dall´  altro che cerca location prestigiose per un test, un popup piuttosto che un evento. Il tutto genera una dimensione nel settore immobiliare commerciale che e´unica nei termini di garantire l´uso di uno spazio per un breve termine al fine di intercettare, testare la Clientela come pure di sperimentare nuove dimensioni ed idee sia in termini di prodotti o servizi che di strategia di vendita.

Il tutto in un modo estremamente facile ,flessibile e veloce grazie alla piattaforma in cui domanda ed offerta di spazi commerciali si incontra.Un incontro che se da un lato garantisce ad entrambe le parti la copertura di solidi contratti di locazione dall´altra taglia fuori le perdite di tempo ed i costi che si hanno entrando in contatto con una immobiliare tradizionale.

La evoluzione del business model

La societa´Londinese e´interessata ad ampliare la presenza in altre della 296 citta´trendy del pianeta come pure ad operare con piattaforme multilingue.

Il tutto al fine di raggiungere una Clientela sempre piu´ampia sia dal lato dei proprietari che degli affituari. Una Clientela da soddisfare con una presenza che,pertanto,sara´sempre piu´cosmopolita e diversificata negli interessi in termini di locazione come pure nella tipologia della location offerte.

Parole chiave (tags):

Innovazione di processo,mercato immobiliare, negozi,We Are Pop Up,Londra,New York, Milano, Roma, Berlino, Philadelphia, Port Colborne.