MONETA LOCALE ALTERNATIVA ALL’ EURO: ad esempio il Granda (2/3)

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Prima di iniziare siamo lieti di informarvi che questa rubrica che parla di una evoluzione nella forma di una contestazione sociale  che sia sostenibile e resilente e quindi civile e non violenta dopo appena 11 articoli è la numero uno al mondo nei metatag di riferimento come potete verificare qui.

Nella prima parte di questo articolo abbiamo evidenziato che le almeno 4000 monete alternative o di credito esistenti al mondo sono un argomento geopolitico prima ancora che economico dato che la moneta è un fortissimo simbolo di legittimità.

Questo perchè è ufficializzato che la Quarta Guerra Mondiale sia iniziata il 15 settembre 2008 e che verta sulla legittimità come abbiamo identificato in un altro articolo.

Si è iniziato ad ipotizzare una moneta di conto il Granda dandone la struttura nel senso che un Granda è composto da 100 Locali ed un Locale è un centesimo di un Granda.

Abbiamo poi identificato le 3 caratteristiche chiave che trasformano una cosa in una moneta.

Una cosa come una conchiglia piuttosto che un pezzo di carta od un insieme di bit e le 3 caratteristiche che questa cosa deve avere sono le seguenti: la rarita´, la trasferibilita´ ed il riconosciuto valore intrinseco.

Ed oggi parliamo di queste caratteristiche come pure del fatto che non siano da confondersi con i Bitcoins o del fatto che non generino inflazione ed altro ancora.

La rarità si concretizza con la necessità di  un ferreo controllo sulla fonte.

Solo le zecche autorizzate possono emetterla sotto la supervisione di un rigido controllo politico. Hi ha questo controllo ha il potere.

Lo stesso vale anche per i Bitcoin che hanno un milite nel fatto che non se ne possono produrre più di 21 milioni ovvero un volume  che si raggiunge  nei prossimi 5 anni. A quel punto varranno poche decine di miliardi di dollari che è un volume totalmente insignificante in un mondo con triliardi di dollari in monete ed il loro valore  dipenderà appunto dalla loro rarità. Questo ovviamente a meno che non se ne possano produrre di più dato che sono concepiti con un algoritmo in codice binario e dal 2015 abbiamo i codici quantistici molto più performanti o che nascano altre monete simili più serie in quanto  basate sulla programmazione quantistica. Per chi fosse interessato rimandiamo ad un articolo sull’ argomento.

A questo punto parliamo della seconda caratteristica chiave di una moneta ovvero della sua trasferibilità che si esprime in due dimensioni.

La prima e´che sia trasportabile e possa essere messa in circolazione senza alterarsi,(questo vale per le prime conchiglie come pure per i bit che fanno muovere il denaro nei nostri conti correnti).

La seconda dimensione della trasferibilità e´che sia accettata e questo ci introduce alla terza caratteristica

Ovvero al  fatto che abbia un riconosciuto valore intrinseco.

Questo significa che la „cosa“ utilizzata per la transazione e´una moneta perche´le viene riconosciuto un valore intrinseco che  equivale  quello della transazione.

E questa cosa può essere una conchiglia od un pezzo di piombo come pure uno di carta o la risultante di un algoritmo che si esprime in bit.

Le prime monete cartacee ad avere la piena convertibilita´in oro erano Cinesi  e sono nate nel decimo  secolo dopo Cristo e questa convertibilita´era espressa con la parola „cash“ .

Una parola che ha mantenuto questo significato attraverso i secoli in tutto il mondo al punto tale che pensiamo che sia inglese e che è divenuta sinonimo di liquidità

E questa moneta Cinese e´un esempio di un valore intrinseco riconosciuto.

Un esempio sulla trasferibilita´ci viene dal Pezo de Ocho in argento dell´impero Spagnolo.

E´noto che gran parte dell´argento proveniente dalle Americhe fini´nel Regno di Mezzo,(Cina),per pagare il cronico disavanzo commerciale sia Ispanico che dei regni Europei

Ma in Cina la moneta di quello che allora era il piu´potente stato dell´occidente,quello Spagnolo,non era usata come tale ma per il fatto di essere d´argento.

Ovvero?

La moneta denominata pezo de ocho  pesava 8 grammi e valeva solo per il suo peso in argento e non per il fatto di essere coniata dal più potente impero in occidente.

Un esempio chiarira´tutto.

Immaginiamo di essere a Nanchino nel sedicesimo secolo  e di comprare 100 chili di riso per un controvalore di 20 grammi di argento.

Diamo al venditore tre monete Spagnole. Il venditore usando una speciale forbice prende una delle tre monete e la taglia in due e poi pone il pezzo tagliato su di un bilancino per verificare che siano 4 grammi. A questo punto ci restituisce la meta´della terza moneta tenendosene due e mezzo che pesano appunto 20 grammi.Pertanto le monete Spagnole sono trasferibili perche´mantengono inalterato il loro valore in argento e non in quanto moneta di quello che allora era il più potente Impero nell’ emisfero occidentale del pianeta.

Ovvero interessava il  valore fisico,(essere di argento con un certo grado di purezza del metallo),e non quello politico,(essere la moneta di uno dei tre più potenti regni dell’ epoca: Spagna,Ottomano,Cina).

Ora un esempio sulla rarita´ della moneta,(ovvero su come un bene cosiddetto raro possa divenire una moneta), che è una delle 3 caratteristiche  indispensabili  per definire “qualcosa” come moneta.

A 40 anni luce dal nostro pianeta esiste il pianeta 55 Cancri.

Immaginiamo di essere nel nostro ufficio e di comprare qualcosa da un Cancriano.

Per farlo abbiamo pensato di usare una delle „cose“ col piu´altro valore intrinseco riconosciuto nel pianeta: i diamanti. E sulla Terra i diamanti, al pari dell’ oro o dell’ argento o del palladio,sono considerati de facto moneta corrente onorata dovunque.

A quel punto ,pero´, il mercante di 55 Cancri ci sorride e gentilmente rifiuta i diamanti come moneta, perchè?

„Semplicemente“ perche´55 Cancri e´composto per almeno  il 40% della propria massa di diamanti che, quindi,sono facili da trovarsi come lo sono da noi i comuni sassi.E pertanto non hanno alcun valore.

E perche’ non hanno valore su 55 Cancri mentre ne hanno sullaTerra? Perchè i diamanti su Cancri 55 sono comuni come  i sassi mentre sulla Terra no.

Ovviamente se qualcuno pensasse di andare su 55 Cancri per aprire delle miniere poi si accorgerebbe che  alla prima tonnellata di diamanti portata sulla Terra si ritroverebbe a vendere un qualcosa che  varrebbe poco più dei cristalli usati per la bigiotteria di pregio elevato.

Una volta chiarite le tre caratteristiche chiave che, se presenti contemporaneamente, trasformano una „cosa“ in una moneta definiamo culturalmente la moneta.

Ovvero  un oggetto ad altissimo significato simbolico a cui diamo credito di un valore appagante il nostro lavoro.

A questo punto possiamo parlare di  un altro possibile fraintendimento: i Bitcoins e simili sono Monete di Credito Commerciale,(Mcc),?

Assolutamente no! Le Mcc non hanno nulla a che vedere oltreche´a spartire  con i Bitcoins.

E non sono ne´comparabili e ne´sovrapponibili.

Le Mcc generano inflazione?

Assolutamente no!

Questo per la natura della loro circolazione che ha valore solo ed esclusivamente all´interno del network,ricordate l´esempio del Paperino-euro?

Le Mcc sono una moneta per il riciclaggio di denaro sporco?

Assolutamente no!

Il cardine del riciclaggio e´ la non tracciabilita´della del denaro da riciclare.

Nel contesto dai network che usano le MCC questa non tracciabilita´e´impossibile e quindi e´il massimo dei disincentivi per il crimine organizzato.

Le Mcc sono vulnerabili ad attacchi di hackers?

Questo ed altro ancora sarà il tema di domani.