BOLLO PER LE STRADE STATALI: LA SOLUZIONE IN ITALIA DA BERLINO.Ovvero la macchina in ABBONAMENTO!

(NOTA: per un corretto ascolto si consiglia di utilizzare Google Chrome)

Dopo la idea per un bollo per le strade statali per finanziarne la manutenzione non ci dovremo stupire se ne arriva uno per quelle urbane per aiutare i Comuni e poi una tassa eco-solidale per le biciclette.

Si paga tutto ad avere indietro qualcosa ma questo è un altro discorso.

Locglob  non è il giornale di nessuno e non siamo qui a dare spazio ad una ennesima polemica inconcludente fatta da gnocche a tacco 16 e gnocchi abbronzatissimi che discernono sui destini della umanità con pensieri profondissimi di 144 caratteri comprese le faccine. Pensieri che poi regolarmente contraddicono al twit successivo.

Locglob gira per il mondo analizzando più di 7000 fonti prestigiose quanto tutti-partisan per trovare concretezza,ovvero soluzioni che partono dal locale.

Una soluzione a questa tassa ci viene da Berlino grazie ad una azienda controllata dai Cinesi della Geely che controlla anche la Volvo.

Si tratta di Lynk & Co e dalla sua nuova automobile chiamata 01 che sarà prodotta in una fabbrica a Berlino.

Una nuova filosofia di automobile prima ancora che un Suv ecologico.

La idea alla base di questa macchina è quella di andare oltre la semplice fornitura di una automobile ma di un servizio in cui il guidatore non pensa a nulla.

Alla Lynk amano paragonare la 01 ad uno smartphone su ruote evidenziando che si sono pienamente innestati in un trend che alla proprietà preferisce la esperienza.

Ovvero un utente responsabile in quanto SeiHai e non un immaturo HaiSei.

Un immaturo HaiSei è chi pensa di essere perchè ha un oggetto da status symbol da mostrare.

Una persona responsabile definibile come SeiHai invece è conscia del fatto  che  ha qualcosa in quanto è qualcosa!

Link si immagina e propone non come lifestyle brand ma come  una brand per la qualità di vita e quindi sostenibile e resilente.

Il focus è su cosa facciamo con le macchine. Le guidiamo ,va bene ma perchè e come? Ed ovviamente dove.

Il dove è la strada ma anche un parcheggio ed allora Link in collaborazione con Microsoft,Alibaba,Ericsson ha sviluppato una serie di apps,ovvero di cose che si possono fare da questa macchina che ne amplificano le dimensioni di uso.

I primi modelli saranno disponibili per il mercato Americano e quello Cinese nel 2017 e poi anche in Europa.

La 01 non viene venduta ma la si ottiene con un abbonamento ed il contratto dura 1 anno.

Un abbonamento che include una serie di servizi.

Servizi che vanno al pagamento del bollo e della assicurazione ma anche la consegna di prodotti direttamente a dove la automobile è parcheggiata.

Inoltre Link non avrà delle concessionarie ma,al pari di Tesla,tutto avviene online.

Il tutto diviene ancora più sostenibile e resilente se pensiamo che Link fa nascere la 01 costruendo in parallelo un network per dare una seconda vita alle auto usate.

Dopo 1 anno le auto vengono data in abbonamento ad un costo inferiore.

Pertanto la vera rivoluzione con la 01 non è da cercarsi nel design o nel comfort o nelle prestazioni del motore ma nel fatto che  genera un nuovo modo di concepire la automobile.

Un modo sostenibile e resilente focalizzato non sulla brand come status symbol ma come espressione di qualità di vita per una utenza responsabile di tipo SeiHai.

Il tutto in un trend che analizzeremo in diversi articoli che predilige  un accesso alle cose ed ai servizi piuttosto che la sua proprietà. Ovvero abbonarsi piuttosto che comprare.

Un trend basato su un approccio intelligente dato che indubbiamente avere una auto nuova ogni anno è meglio che vedersela invecchiare in garage.

Una visione  responsabile di tipo SeiHai che si innesta nella economia positiva che come abbiamo visto in un altro articolo sulla tecnologia  ci consente di superare la retorica del pauperismo e del catastrofismo ambientalista.

In fin dei conti il problema oggi è il successo della globalizzazione positiva e non il deleterio della globalizzazione negativa.

Ovvero il fatto che continua un trend che nella ultima generazione ha visto 3 miliardi di persone uscire dalla povertà , innalzarsi la durata della vita media e della istruzione e con essa il diffondersi della democrazia ma anche una enorme riduzione della mortalità infantile.

Ovvero in una generazione siamo più ricchi e viviamo più a lungo con una maggiore istruzione.

E dato che  è un imperativo morale togliere dalla povertà altre 2 miliardi di persone il problema è la suddivisione delle risorse dato che,come vediamo, la tecnologia stà portando il futuro nel presente risolvendo i problemi.

Ed ovviamente stiamo parlando di una tecnologia  sostenibile e controllata nel contesto di una vera economia positiva in quanto sostenibile e resilente.